4
Toh, chi si rivede. Sei anni dopo l'ultima apparizione a Sanremo stasera è rispuntato Neffa, che ha duettato con Noemi interpretando il suo successo "Prima di andare via". Il cantante aveva già collaborato con Noemi scrivendole "Tu non devi" brano inserito nell'album "Metamorfosi" e così lei ha scelto proprio Neffa, e una sua canzone, nella serata delle cover. Il nome d'arte di Giovanni Pellino - così all'anagrafe - si ispira a Gustavo Neffa, ex attaccante paraguaiano che nell'estate 1989 arrivò alla Juventus: "Può diventare il nuovo Sivori" si sbilancia convinto Agnelli.

IL FLOP - In realtà Neffa in bianconero non ci giocherà mai: viene girato alla Cremonese con la quale segna un solo gol e scende in Serie B. L'anno dopo è ancora in grigiorosso aumentando il bottino di reti da 1 a 3 con le quali contribuisce a riportare la squadra in Serie A. Nell'ultima stagione in Italia Neffa è il vice Florijancic e trova poco spazio. A meno di 30 anni si ritira dal calcio dedicandosi alla cura degli interessi della moglie la tennista paraguaiana Rossana De Los Rios. 
L'INCONTRO - E in uno dei suoi viaggi in Italia per accompagnare Rossana Neffa scopre esiste un altro... Neffa, che nel 1996 registra il primo album da solista con questo pseudonimo. Quasi non ci crede e cerca conferma mandandogli una mail. Tutto vero: "Siamo diventati amici" ha raccontato il cantante in una vecchia intervista a La Gazzetta dello Sport. E ancora crede nel Neffa calciatore: "Non era un bidone, ma solo troppo giovane".