3
L'uomo copertina in questo avvio di campionato del Genoa è senza dubbio Gianluca Scamacca. Autore di quattro gol in rossoblù e di una doppietta in Under 21, il giovane attaccante romano pare comunque essere arrivato in Liguria soltanto di passaggio.

Il suo futuro dipende infatti dal Sassuolo, club che ne detiene il cartellino ma nel quale non è fin qui riuscito a ritagliarsi lo spazio che sperava. Da qui la decisione di accettare la corte del Grifone per tentare il definitivo decollo nel calcio dei grandi. Missione che per il momento sembra essere compiuta, anche se in tutto questo i rossoblù non sono riusciti ad ottenere dal suo prestito alcuna clausola di riacquisto che tuteli in qualche modo la valorizzazione che Maran sta facendo del giocatore. Il rischio che anche a fronte di un ottimo campionato Scamacca saluti Pegli a fine stagione lasciando in mano ai dirigenti rossoblù solo un pugno di mosche è dunque molto concreto. 

Eppure il direttore sportivo genoano, Daniele Faggiano, non sembra essere ancora del tutto rassegnato all'ipotesi di veder necessariamente partire il giocatore. Come lo stesso dirigente ha ammesso nel corso di un'intervista a Telenord, la formula del prestito secco non impedirà al Genoa di provare ad imbastire comunque una trattativa col Sassuolo. Operazione difficile ma non impossibile, sul cui buon esito potrebbe incidere parecchio la volontà dello stesso giocatore di restare in un ambiente che a differenza di quello trovato in Emilia ha saputo dargli fiducia e credere in lui.