33
Marcello Chirico, noto giornalista di fede bianconera, ha parlato in esclusiva per Calciomercato.com per la consueta rubrica SOLO JUVE. Chirico ha toccato diversi argomenti partendo da Allegri passando per Antonio Conte finendo con le polemiche post-Juventus-Roma, mostrandosi contrariato dalle parole di Totti:

Chirico, i tifosi della Juventus si devono ricredere su Allegri?
"Direi che dobbiamo ricrederci un po' tutti sul suo conto, anche se eravamo fortemente condizionati da quello che ci dicevano i tifosi del Milan. Dicevano che non capiva nulla di calcio, che faceva pena... sembrava quasi fosse una malattia. Invece il buon Allegri ha fatto sempre bene ovunque ha allenato, pure al Milan dove ha vinto uno scudetto, una Supercoppa Italiana ed è arrivato secondo ad un soffio da un altro scudetto. Allegri ha iniziato a fare male al Milan quando Berlusconi gli ha distrutto la squadra. Ora alla Juventus Max sta dimostrando di essere un valido allenatore, anche perchè la squadra a disposizione è di tutto rispetto".

L'addio di Conte l'ha fatta arrabbiare, lo è tutt'ora?
"Più ci ripenso e più mi viene il nervoso: non ho capito ancora il perchè di questo addio e vorrei che mi spiegasse le ragioni di questo abbandono, mi sento come un amante tradito. Poi gli auguro tutto il meglio alla Nazionale, di cui sono un grande tifoso, anche se ora sto conoscendo un nuovo Conte che si è uniformato alla Federazione... Poi mi deve anche spiegare il perchè va in tutti i ritiri tranne in quello della Juventus... ha qualche problema con qualcuno? Vorrei saperlo, questa cosa mi fa impazzire! Va a vedere Genoa-Sampdoria con il fratello, va nel ritiro del Verona e poi non va in quello della Juve e manda Carrera a vedere Juventus-Roma".

Cosa ne pensi delle polemiche scaturite dopo Juventus-Roma?
"E' stata una bella partita fra due squadre molto forti. Sugli episodi non capisco perchè si sia scatenato tutto questo polverone anche perchè i rigori ci sono tutti e tre, mentre ce ne sarebbero altri due, fallo su Marchisio e la parata di Yanga-Mbiwa, su cuiRocchi ha sorvolato. Il gol di Bonucci poi è regolare. Non capisco perchè ogni volta che la Juventus vince una partita importante nascono sempre delle grandi polemiche".

Le parole di Totti hanno lasciato il segno nell'animo dei tifosi juventini?
"Le parole di Totti sono gravissime, ma la cosa peggiore è stato vedere come nessuno in Federazione abbia preso provvedimenti in merito. Ha detto delle cose gravissime, ha gettato fango sulla Juventus per l'ennesima volta, ma ora sta proprio esagerando. Anche quando la Roma combatteva contro l'Inter e non vinceva, il signor Totti diceva più o meno le stesse cose. Ripeto dice delle cose di una gravità estrema e nessuno lo punisce, questa è la cosa che mi fa davvero arrabbiare. Con le sue parole infanga un intero sistema, sembra che sta tornando il clima pre Calciopoli e poi anche giocatori come Ljajic dicono determinate cose perchè legittimati dal loro capitano"
Bonucci con il suo tweet ha scatenato ulteriori polemiche, poteva evitare?
"Io credo che abbia sbagliato solo la tempistica, chi conosce Bonucci sa bene che esulta sempre in quella maniera. Ribadisco ha sbagliato solo i tempi di una cosa che fa sempre e che, come al solito, è stata fraintesa per creare l'ennesimo polverone".

Che idea si è fatto della vicenda Vidal?
"Vidal anche quando c'era Conte era solito fare qualche seratina di troppo... poi Antonio lo rimetteva in riga e lui non faceva più serate per mesi. Giustamente la società l'ha multato perchè alla Juventus c'è un codice da rispettare ed è giusto che sia così, ma da qui a dire che la società l'ha scaricato e che lo vuole vendere ce ne passa.  Mi sembra una cosa priva di fondamento".

La Juventus vincerà ancora lo scudetto?
"E' la seria candidata per vincere il quarto titolo consecutivo, ma non sarà facile e soprattutto non farà 102 punti come nella passata stagione. Ci sono però tutti i presupposti per vincere nuovamente il titolo".

Ha qualche speranza per la Champions League?
"Nessuna speranza, ci sono almeno sei squadre più forti della Juventus in Europa. A me interessa passare il girone e poi si vedrà. Siamo consapevoli che ci sono squadre più forti ma i miracoli possono sempre accadere, vedi Atletico nella passata stagione. Secondo me la Juventus è più forte degli spagnoli, come valori assoluti. Comunque spero di passare il turno, tutto quello che avverà dopo sarà tanto di guadagnato".

Chiudiamo con la querelle Travaglio-Moggi:
"Non sono un grande estimatore di Travaglio, non mi piace il suo modo di fare giornalismo. E' sempre pronto a mettere tutti alla forca e non capisco come faccia a tifare Juventus se poi pensa che la sua squadra vince rubando, io non ce la farei mai a tifare supponendo che la mia squadra ruba. Anche con Calciopoli ha dato il meglio di sè, ma quella è un'altra storia ancora, dove io peraltro ho un'altra idea ma lasciamo stare. In riferimento a Travaglio credo che la Juventus non lo quereli solo perchè sa già che perderebbe la causa in tribunale visto le sue conoscenze nelle aule di tribunale".