L'aggressione subita dai giocatori dello Sporting Lisbona da parte di un gruppo di tifosi incappucciati che hanno fatto irruzione lo scorso 15 maggio nel centro sportivo del club sta costando caro ai Leoes che rischiano di perdere gratis tutti i pezzi più pregiati della rosa. Il motivo? Dopo la richiesta di Acuna, che ha immediatamente dato mandato ai suoi avvocati per ottenere la rescissione per giusta causa altri sei calciatori si sono uniti in questa richiesta e potrebbero presto liberarsi dal contratto con il club.

DA WILLIAM CARVALHO A GELSON MARTINS - Secondo quanto riportato oggi in Portogallo dal quotidiano Record e da A Bola tutti i più importanti giocatori della rosa biancoverde si stanno muovendo per chiedere la rescissione per giusta causa proprio in seguito all'aggressione con minacce da parte dei tifosi. Si tratta di Bas Dost, Gelson Martins, William Carvalho, Bruno Fernandes, Rui Patricio e Podence. 

OCCASIONI DA SERIE A? - Tutti giocatori che hanno tantissimo mercato e che più volte sono stati trattati, proposti o accostati a club di Serie A. Il Napoli ha corteggiato a lungo Rui Patricio, ma il portiere è destinato al Wolverhampton. In Portogallo avevano riferito di intermediari che hanno proposto al Milan l'attaccante olandese Bas Dost. Al direttore sportivo Mirabelli piace da tempo anche Gelson Martins che aveva provato a prendere ai tempi dell'Inter. Inter che sta seguendo (insieme alla JuveWilliam Carvalho, ma che aveva sempre fatto cadere ogni ipotesi per le richieste eccessive da parte dello Sporting. E infine c'è Bruno Fernandes, vecchia conoscenza del calcio italiano data l'esperienza alla Sampdoria che piace moltissimo alla Roma e alla Fiorentina. Uomini mercato che, in caso di svincolo, rappresenterebbero un'autentica occasione. La Serie A saprà approfittarne?