13
Il suo nome torna in continuazione dall'Argentina. "Lo vogliono, è tutto vero", aveva garantito anche il dt del Velez a proposito di Thiago Almada nei radar dell'Inter, un classe 2001 tra i giovani più forti in assoluto in Sudamerica per talento, colpi improvvisi e maturità. Un giocatore dal potenziale importante da pescare in Argentina, proprio come quando due anni e mezzo fa l'Inter costruì l'operazione Lautaro Martinez con il Racing di Avellaneda prendendosi anche un rischio sulle cifre, ma convinta del potenziale di quello che oggi è uno dei migliori e più ambiti centravanti d'Europa. 

Ascolta "Inter, Thiago Almada affare alla Lautaro" su Spreaker.
QUESTIONE DI TATTICA - In realtà dalla società nerazzurra però filtra una versione diversa rispetto a quella trasmessa dal Velez sull'interesse per Almada. Il ragazzo è conosciuto dai dirigenti, piace per potenziale e colpi ma c'è bisogno comunque di un investimento serio e oneroso per portarlo subito in Europa. L'Inter non sta trattando Thiago e non ha pianificato un'offerta ad oggi perché il suo ruolo principale da trequartista è un problema, poco compatibile col 3-5-2 di Conte e già occupato potenzialmente da Christian Eriksen su cui andrà modellata l'Inter 2.0 del prossimo anno. Insomma, non è certo Thiago Almada la priorità e c'è anche una motivazione sul piano fisico che lascia ancora più di un dubbio, l'argentino deve mettere su una struttura importante o il calcio europeo potrà riservare complicazioni. In sostanza, ad oggi l'idea proposta da intermediari non decolla. Pur essendo un'operazione 'alla Lautaro'...