Commenta per primo
Giovanni Sartori, responsabile dell'area tecnica dell'Atalanta, parla a Sky Sport nell'immediata vigilia della sfida con il Torino: "Il mercato dell'Atalanta al 90% è chiuso. Il rimanente 10% è per le occasioni che potrebbero capitare e dobbiamo farci trovare pronti".

SU MIRANCUK E ILICIC - "La nostra scelta è andata su di lui proprio perché ricorda tantissimo Ilicic e avevamo bisogno di formare una coppia che si giocasse il posto da titolare. Speriamo che possa sostituire bene Ilicic. Condivido l'idea che un paio d'anni fa giocatori come Mirančuk non sarebbero venuti. Adesso ci propongono giocatori ai quali noi non pensavamo minimamente, Mirančukè uno di questi. Invece è venuto con grande voglia, accettando subito la nostra offerta".

SUL SOGNO SCUDETTO - "È una domanda difficile perché già l'anno scorso abbiamo frantumato tutti i record. Migliorarsi non è semplice, confermarsi sarebbe già un grande risultato".

POSSIBILI SORPRESE - "Noi siamo andati mirando i nostri obiettivi. Miranchuk era il nostro primo obiettivo, Lammers potrebbe essere un giocatore che può dare molte soddisfazioni. Lo dirà il campo".

COLPI MIGLIORI - "Visto come sono andati questi anni non posso citarne uno o due: abbiamo avuto grandi soddisfazioni, prendendo giocatori sconosciuti facendoli esordire in Nazionale. L'ultimo esempio è Gosens, sconosciuto e ora titolare nella Germania. Siamo molto soddisfatti del lavoro di Gasperini perché ha valorizzato il nostro lavoro".