111
Mi voglio sbilanciare, ben consapevole dei rischi ai quali mi espongo. Così come so di espormi alle risate di Paratici, andando controcorrente a quanto da lui fin qui dichiarato sull’allenatore.

Da quanto percepito, oltre alle sensazioni personali, Sarri non mi pare immune da un possibile esonero. Anche se, alla fine, questo 9° scudetto consecutivo lo dovesse portare a casa lo stesso, seppur tra mille tribolazioni e un percorso da gioco dell’oca. Perché sarà pure vero che alla Juventus “vincere è l’unica cosa che conta” ma il “come vinci” non è particolare del tutto accessorio. 

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM