23
La pandemia coronavirus influenza anche il mondo dello sport. Calciomercato.com segue in tempo reale i principali aggiornamenti di giornata.

22.15 Matteo Berrettini, tennista top 10 al mondo, parla della possibile ripresa della stagione: “Io mi auguro che possano disputarsi, siamo tutti con il fiato sospeso per il 15 giugno: quella è la data più importante, nella quale ci diranno se gli Us Open si potranno giocare o no. La situazione in Europa, al momento, probabilmente è migliore rispetto a quello americana. Mi auguro che Madrid, Roma e Parigi si possano giocare. Lo sport credo sia una cosa fondamentale anche per la cultura italiana: speriamo che anche il tennis, a livello internazionale, si possa sbloccare".

20.05 Anche se Miguel Angel Ramirez, presidente del Las Palmas, sedicesimo in classifica nella Liga 2, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale del club: "Le Isole Canarie sono un posto sicuro, il nostro può essere l'unico stadio nei grandi campionati europei a giocare di nuovo con il pubblico sugli spalti. Rispetteremo ciò che ci chiederanno le autorità, saremo in grado di annunciare la prossima settimana che i nostri tifosi potranno assistere allo stadio per tifare già dal 13 giugno contro il Girona".

18.05 Contrordine: la Lega sembra pronta a risolvere tutti vincoli burocratici già oggi, facendo uscire il calendario stasera. Cambio di idea in corsa quindi, col calendario che dovrebbe arrivare in serata.

16.40 La compilazione del calendario delle partite di Serie A slitta a mercoledì: i club e la Lega non hanno ancora trovato la quadra per quanto riguarda il programma dei restanti match di campionato e Coppa Italia da disputare. ​

16.20 Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha rilasciato una intervista ai microfoni di Radio 24: "Il calcio non ha mai chiesto scorciatoie o sconti. Oggi esistono delle norme chiare, che consentono di poter continuare l'attività, isolando un atleta o un professionista dello staff, continuando gli allenamenti. Sappiamo che è prevista questa norma, l'auspicio è che a breve, una settimana prima dell'inizio dei tornei, quindi della Coppa Italia, si possa rivalutare: manderemo una nuova proposta, nella speranza che questa norma venga rivisitata. Oggi, teoricamente, ma probabilmente anche in pratica, crea grande ansia e preoccupazione"​

14.45 Sandra Zampa, sottosegretaria del Ministero della Salute: "Riaprire gli stadi? Il Governo non preclude nulla". LEGGI QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI

14.35 Nuovo piano per la finale di FA Cup: secondo Sky Sports UK, si valuta la possibilità di far giocare la gara dell'1 agosto a Wembley con 20mila, 10mila per ognuna delle squadre finaliste. La capienza massima dello stadio è di 90mila posti, dunque sarebbe possibile garantire il distanziamento tra gli spettatori.​

14.25 Il presidente della Figc Gabriele Gravina è intervenuto a 'Tutti Convocati': "Pubblico allo stadio entro fine anno un auspicio, sull'algoritmo...". LEGGI QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI

13.50 La Figc rende note le linee guida per le gare professionistiche a porte chiuse. LEGGI QUI

12.45 A seguito dell'annuncio di sabato da parte del Governo inglese che ha acconsentito allo svolgimento di eventi sportivi d'élite a porte chiuse, la EFL (Lega nelle quali confluiscono Championship, League One e League Two, ovvero i tre tornei immediatamente sotto la Premier League) ha fatto sapere che la Championship ripartirà il 20 giugno con partite giocate a porte chiuse. 108 partite ancora da disputare più i playoff.​
12.20 Come riferito dall'ufficio stampa della Lega B tramite nota ufficiale, "l’Assemblea Ordinaria della Lega Nazionale Professionisti Serie B, lasciata aperta lo scorso 15 maggio, riprenderà i propri lavori mercoledì 3 giugno alle ore 12 dopo che in mattinata si sarà riunito il Consiglio direttivo. Oltre alle comunicazioni del presidente e alle informative del direttore generale al centro dell'incontro le questioni inerenti all'emergenza Covid 19".​

11.45 Un'eccezione per i club inglesi. Secondo il Times, il governo britannico sta valutando di esentare gli sport d'elite alla quarantena obbligatoria in caso di ingresso nel Paese, per favorire il proseguimento delle competizioni europee. Questo consentirebbe al Manchester City di disputare senza problemi il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Real Madrid, così come darebbe via libera alle gare di Chelsea, Manchester United, Wolverhampton e Glasgow Rangers.

11.15 Anche il presidente del CagliariTommaso Giulini è stato intervistato da Radio Anch'Io lo Sport su Radio 1 ​ha parlato del proseguo del campionato puntando il dito sulla riapertura degli stadi ai tifosi: "È allucinante riaprire le spiagge e non gli stadi. La quarantena in Serie A? Mette a rischio il campionato. L'Algoritmo? Gravina ha fatto un lavoro finora, aspetto a criticarlo".​ QUI TUTTA L'INTERVISTA

10.45 UFFICIALE: anche il Gran Premio del Giappone non si correrà in questa stagione del Motomondiale. Niente Motegi, quindi per la MotoGp con l'annuncio della cancellazione del gp nipponico che segue quelli di Gran Bretagna e Australia. Resta confermato per ora il giorno della ripartenza fissato nel 16 di luglio a Jerez in Spagna.

10.10 Nello Di Martino, team manager dell'Hertha Berlino, parla a La Stampa del protocollo ripresa della Bundesliga: "Dodici tamponi, ne vale la pena. Bastava copiare la Germania. Due aerei e due bus, che fatica trovare le bottigliette giuste... Giusto ricominciare e a porte chiuse tanti giocano meglio".

10.05 Edgar Barreto spiega l'addio alla Sampdoria: "Sicurezza a rischio per calciatori e famiglie. Io ho deciso di fermarmi. Ho rescisso il contratto, non c'erano le condizioni per continuare. Poi l'epidemia ha fatto il resto, si doveva bloccare tutto. A Genova lascio un pezzo di cuore", riporta Il Secolo XIX​.

10.00 Dimitri Payet dice no al taglio dello stipendio del 30% proposto dal Marsiglia per l'emergenza coronavirus. Il fantasista francese, che percepisce circa 100mila euro a settimana, spiega a Le Journal de l'Ile de La Reunion: "Tutti hanno avuto la loro opinione su questo argomento. La mia posizione era chiara ed evidente. Il giocatore che sono è anche un padre di una famiglia. Come tutti, ho importanti esborsi finanziari da mantenere e impegni da onorare. Il mio ruolo è quello di difendere i miei interessi e quelli della mia famiglia, senza mettere però in pericolo il club, tutti sanno quanto sono legato alla squadra".

9.45 Una bozza di intesa segreta per prolungare dal 30 giugno al 31 agosto i contratti dei calciatori per il 2019/20. L'edizione odierna de Il Corriere dello Sport svela che la Figc sta lavorando con tutte le parti in causa (Serie A, B, Lega Pro, Aic, Aiac) e il protocollo di intenti è a buon punto: se sarà firmato da tutti e l'Assocalciatori raggiungerà con le leghe la proroga per l'estensione dell'accordo collettivo, la strada sarà in discesa.

9.30 Partite a porte aperte ma con stadi a capienza ridotta? La Serie A ci pensa e, riferisce La Gazzetta dello Sport, il discorso potrebbe essere proposto nella prossima assemblea di Lega o nel Consiglio Federale dell'8 giugno. Spingono le società, su tutti Andrea Agnelli ma anche l'ad del Sassuolo Giovanni Carnevali che a Radio Rai conferma: "I tifosi sono la parte più importante per una società di calcio, giocare senza ci dispiace ma in questo momento siamo costretti. Penso però che sia un problema che dobbiamo affrontare velocemente, ragionare su una parziale riapertura degli stadi rispettando le regole del distanziamento. Dobbiamo pensarci, non possiamo sempre arrivare in ritardo: serve programmazione, managerialità e buon senso, ma non la paura".

9.00 Attesa per oggi la risposta del ministro Spadafora sul possibile anticipo delle semifinali di Coppa Italia al 12 e al 13 giugno.