"Sapete chi sono, sapete che compro e vendo spesso". Dopo pochi mesi dal suo arrivo in Italia, la Serie A, la Roma, i giornalisti e i tifosi hanno toccato con mano il modo di lavorare di Monchi. Il direttore sportivo spagnolo, sbarcato nella Capitale dall'Andalusia, è sempre stato elogiato per il suo lavoro in quel di Siviglia, dove l'anonimo talento si strasformava poco dopo in ricca plusvalenza: elogi, casse ricche, titoli sui giornali. "Mr Plusvalenza". Il Siviglia vinceva, il club si arricchiva. Qua in Italia, però, la musica è stata subito differente: la squadra di Di Francesco arranca dopo un avvio sprint e una Champions da primi del girone (davanti ad Atletico e Chelsea), con il mercato di gennaio che ha rischiato di scombussolare la squadra: Dzeko a un passo da Conte, Emerson Palmieri lo ha raggiunto, Hector Moreno ha lasciato, Jonathan Silva è arrivato. Qualcosa di diverso per noi, italiani, il lavoro di sempre, per lui, Ramon Rodriguez Verdejo, detto Monchi. 

MR PLUSVALENZA - Con un mercato ormai chiuso e le parole su Emerson Palmieri che sono una sorta di manifesto della sua filosofia: "Pensate che abbiamo venduto un giocatore al Chelsea, che ha giocato una sola partita quest’anno". Plusvalenza, la parola d'ordine. E questa settimana, la classifica di CM, è dedicata alle 10 plusvalenze del direttore sportivo spagnolo, che nel frattempo dichiara: "Tutti zitti e lavorare di più". All'orizzonte altri giocatori che hanno la forma di una plusvalenza.