288
L'Inter è pronta ad imprimere l'accelerazione decisiva al mercato a due settimane dalla sua conclusione. Rimangono diverse questioni sul tavolo di Marotta e Ausilio tra entrate e uscite, ma la volontà dei dirigenti nerazzurri è di effettuare un paio di colpi nella settimana in entrata per riservarsi lo spazio per rifinire l'organico negli ultimi 7 giorni di trattative. Alexis Sanchez, insieme a Biraghi, è indubbiamente il nome più caldo delle ultime ore, perché col Manchester United si è aperto un fronte dopo l'affare Lukaku e la disponibilità dei Red Devils a cedere il cileno in prestito, partecipando anche al pagamento del suo ingaggio monstre, sta facilitando il tutto. Il gradimento del giocatore è totale, vanno trovati gli ultimi incastri col club inglese, ma la ricerca dell'alternativa allo sfumato Dzeko potrebbe concludersi a stretto giro di posta.

IL MERCATO DI CONTE - Un vecchio pallino di Conte il Nino Maravilla, visto che lo aveva cercato quando guidava la Juventus e prima del trasferimento dell'attaccante al Barcellona, esattamente come lo è stato per diverse stagioni Lukaku. E come lo sono, trattandosi di giocatori che ha allenato e con cui si è tolto molte soddisfazioni come Llorente e Vidal. Due nomi non a caso, perché il possibile arrivo di Sanchez, a maggior ragione a condizioni vantaggiose, può aprire la strada alle ciliegine per completare la torta nerazzurra. Milik, contropartita tecnica gradita qualora Icardi aprisse definitivamente al Napoli, e Milinkovic-Savic restano i profili in cima alla lista dei desideri, ma rimangono operazioni ricche di incognite per gli incastri e per i costi, soprattutto quelli della stella della Lazio.

CHE OCCASIONI - Ecco perché Llorente, tuttora svincolato dopo la conclusione dell'esperienza al Tottenham, e Vidal, in uscita da un Barcellona che ha aumentato la concorrenza in mezzo al campo, possono risultare le due classiche occasioni per concludere un mercato vissuto da protagonista dall'Inter. Sia il bomber di Pamplona come vice Lukaku che il centrocampista cileno, peraltro assistito dallo stesso agente di Sanchez, andrebbero ad aumentare il tasso di qualità, carisma ed esperienza della rosa nerazzurra e avrebbero il vantaggio di impattare in maniera meno significativa sul bilancio del club di Viale della Liberazione. Lo spagnolo, classe '85, chiede un biennale da circa 3 milioni, mentre Vidal si potrebbe muovere con la formula del prestito e lascerebbe a Inter e Barcellona il compito di trovare un'intesa sull'ingaggio da 9 milioni. Marotta e Ausilio sono pronti ad accelerare dopo aver definito magari le uscite di Joao Mario e/o Borja Valero, Conte a ridurre il gap con la Juve affidandosi ai suoi “pretoriani”.