E ora la Juve può pensare alla Champions. Solo alla Champions, almeno fino a mercoledì. Anche se il vantaggio di 14 punti sul Napoli, aspettando eventuali regali dei cugini del Toro, potrebbe ormai permettere alla Juve di pensare solo o quasi alla Champions anche successivamente. Non lo farà, Max Allegri non lo permetterà. Anche perché solo vincere aiuta a vincere. Intanto la Juve arriverà al Wanda Metropolitano con il carico di buone notizie dopo il test vincente con il Frosinone. Successo agevole solo perché la Juve ha tenuto la spina attaccata, i ciociari non hanno lesinato intensità e qualche colpo duro, il rodaggio si fa anche così. Ed Allegri torna a casa con due belle notizie in particolare.

SIUU-MASK ERA – Ci sono volute 32 partite prima che Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo riuscissero a trovare il gol insieme. Tante, tantissime. Ma forse non ancora troppe, perché la premiata ditta si trova e si ritrova proprio ora che la stagione entra nel vivo. E siccome il calcio è fatto anche di segnali, ecco che l'invenzione della 'Siiu-mask' sembra già frutto della fusione tra i due supereroi bianconeri. Che tra Sassuolo e Frosinone l'hanno già mostrata tre volte, due Ronaldo e una Dybala. Da qui si parte e si riparte per la Joya, che lancia la sua candidatura per un ruolo da protagonista nel teatro più importante della stagione: il Wanda Metropolitano. RODAGGIO RIUSCITO – Novanta minuti più recupero con tanto di gol per Leonardo Bonucci. Settanta minuti per Giorgio Chiellini, che avrebbe dovuto giocarne al massimo quarantacinque. Hanno giocato, hanno pure battagliato. Insomma sono pronti per l'Atletico Madrid. E questa era fino a una decina di giorni fa la grande preoccupazione dopo gli infortuni subiti tra Lazio e Atalanta, paure spazzate via in una serata di campionato molto meno anonimo di quanto non possa dire un avversario come il Frosinone.