69
C'è un Marcelo in fuga dal Real Madrid. Non solo. C'è un Marcelo che ha messo Torino quale prossima tappa preferenziale della sua carriera. Due dettagli, che poi dettagli non sono. E che alla fine potrebbero realmente permettere all'esterno brasiliano di riuscire in ciò che ha fallito la scorsa estate: tornare a giocare insieme al suo amico fraterno Cristiano Ronaldo. L'ultimo strappo che può avvicinare la rottura definitiva, proprio ieri sera, quella panchina negli ottavi di Champions con l'Ajax. Guardacaso sotto gli occhi di Fabio Paratici, presente per portare avanti la strategia legata a Matthjis de Ligt ma sempre attento ad ogni dettaglio. Che anche in questo caso, dettaglio non è.

LIBERA USCITA Alla fine la scorsa estate i destini non si sono incrociati. Per acquistare Marcelo sarebbe prima dovuto partire Alex Sandro, l'offerta giusta dal Paris Saint Germain è però arrivata troppo tardi, quando non c'era più tempo per convincere Florentino Perez a lasciar partire il suo terzino. Ora la situazione è cambiata ma forse non così tanto: la Juve potrà affondare per Marcelo solo nel caso in cui Alex Sandro dovesse partire, ad una cifra molto più alta dei 50 milioni richiesti la scorsa estate grazie a quel rinnovo firmato negli scorsi mesi che non esclude però a priori un cambio di guardia sull'out sinistro. E tra i tanti nomi presi in esame nel casting, il Real pensa anche ad Alex Sandro per eventualmente sostituire Marcelo. Uno scambio di uomini possibile, non alla pari però: ed entrambi i club ancora considerano di poter richiedere più soldi per il proprio giocatore. È ancora presto in ogni caso. Anche se più passa il tempo e più Marcelo sembra lontano dal Real. E più si allontana dal Real, più vorrebbe avvicinarsi alla Juve.