9
Calciomercato.com e Moneyfarm vi presentano sette trasferimenti della finestra di mercato estiva del 2020.


Un nuovo addio. Dopo Diego Godin, l'Inter saluta anche Antonio Candreva e libera nuovo spazio utile tanto salariale quanto in rosa. Eh sì, perché se l'uscita dello Sceriffo uruguaiano ha permesso di chiudere l'operazione Arturo Vidal, l'addio dell'ex Lazio libera il posto per Matteo Darmian. L'arrivo di Hakimi e la continuità di rendimento di D'Ambrosio hanno convinto l'Inter a lasciar partire Candreva, sceso in campo ben 40 volte nella scorsa stagione (con 7 gol all'attivo). 




Valutazione Moneyafarm: 3/5

Dopo giorni di trattative i blucerchiati hanno raggiunto l'accordo con l'Inter per regalarsi il centrocampista romano con un trasferimento a titolo definitivo. Finanziariamente il costo del cartellino di 2 mln per 4 anni con un ingaggio da 2,5 mln di contratto è un'ottima operazione che si configura come un colpo tattico molto importante per il 4-4-2 di Claudio Ranieri, che proprio sugli esterni aveva bisogno di nuovi innesti.  Candreva resta un giocatore integro che continua a fare della concretezza e della performance la sua forza, nonostante l'età che avanza. Portarlo a casa a cifre così ridotte è un vero colpo della Sampdoria (il modello attribuisce un Moneyfarm Score alto anche perché il giocatore è stato tra i titolari in una squadra di prima fascia in Serie A lo scorso anno).
Lo score premia le performance in termini di corsa, recuperi, cross ma soprattutto gol e assist. Abile sia in fase di copertura che in situazioni offensive con una media di cross per le punte tra le più alte della Serie A (11 avg. cross per 90 minuti). Nella stagione 2019-20, sotto la guida di Antonio Conte che lo aveva allenato in Nazionale, ha messo insieme 32 presenze, 5 gol e 8 assist in campionato che incidono positivamente sul punteggio.

Il nativo di Roma, a 33 anni, riparte dunque dalla Sampdoria: lo fa dopo quattro stagioni in nerazzurro, marchiate con 151 presenze e 18 reti. Quattro stagioni altalenanti, dove non sono mancate le difficoltà e le critiche: con Conte, tuttavia, Candreva ha riacquisito fiducia, diventando una valida alternativa per la fascia di destra. "Orgoglioso di aver dato tutto con la maglia nerazzurra" ha scritto sui social il neo-laterale blucerchiato. "Grazie ai tifosi per tutto l’affetto ed il sostegno di questi anni...ho cercato di ricambiarli in campo, sempre, fino all’ultima goccia di sudore. Vi abbraccio e in bocca al lupo".

Un'opportunità di mercato che la Samp non si è fatta sfuggire, un investimento tattico spinto dalle occasioni. A dire il vero è stato il Genoa a muoversi per primo: dopo il mancato affare Karsdorp, il Grifone si è mosso, non trovando però l'accordo. Accordo che ha invece trovato la Doria dopo una trattativa non semplice. Oltre all'intesa con il calciatore, infatti, andava trovata quella con l'Inter, che ha preteso un indennizzo economico. Ai nerazzurri vanno due milioni di euro, al calciatore 2,5 all'anno per quattro anni, grazie al contratto fino al 2024. L'Inter, dunque, incassa una minima cifra e si libera di un ultimo anno di contratto da 3 milioni netti. Decisivo, nell'affare, anche il ruolo di Ferrero e soprattutto di Claudio Ranieri, che ha chiamato personalmente il giocatore per convincerlo ad accettare la nuova destinazione e far sparire le iniziali titubanze. "Antonio è motivato per iniziare questa nuova avventura con la Samp, dispiaciuti per il modo brusco con cui l'Inter ci ha comunicato che doveva andare via" ha dichiarato Federico Pastorello, agente di Candreva, dopo l'intesa raggiunta con i liguri. Liguri che, così, trovano un nuovo rinforzo dopo Caprari e l'imminente arrivo di Keita Baldé. 


Vai a segno con i tuoi investimenti. Scopri la consulenza Moneyfarm 

Moneyfarm è una società di Gestione del risparmio scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico è stata nominata miglior consulente finanziario indipendente in Italia per cinque anni consecutivi.​