26
Ci ha messo un po' a sbloccarsi, a tornare sui livelli altissimi che aveva raggiunto a Verona. Non è stato facile per Sofyan Amrabat inserirsi nella Fiorentina, in un ambiente e un modulo completamente diversi rispetto a quelli che aveva conosciuto all'Hellas. Dinamismo, corsa, recuperi e inserimenti che lo avevano fatto diventare uno dei migliori centrocampisti di tutta la Serie A per rendimento sembravano spariti, fino a qualche settimana fa. Quando, in pieno Ramadan, invece c'è stata la svolta.

LA RINASCITA - Il 25 aprile scorso i viola hanno ospitato al Franchi la Juventus. Una partita speciale per i tifosi, la più sentita a Firenze. Quella giusta per ripartire. Nell'1-1 contro i bianconeri, Sofyan è stato tra i migliori in campo, ha fatto vedere nuovamente quello di cui è capace, quelle doti che avevano fatto finire nelle casse del Verona circa 20 milioni di euro. E che, oltre alla Fiorentina, avevano impressionato anche altre squadre, su tutte Napoli... e Milan.

TRA MILAN E PREMIER - I rossoneri avevano seguito con insistenza il centrocampista marocchino, che però nel gennaio 2020 aveva fatto un'altra scelta, preferendo uno step intermedio per la sua carriera prima del salto in una big. Ora l'interesse per Amrabat sta crescendo, diversi club dalla Premier League hanno messo gli occhi su di lui e sono pronti a farsi avanti concretamente con Rocco Commisso la prossima estate. Perché adesso Sofyan è davvero tornato, tutte le squadre sono avvisate.