6
Il ritorno in campo attende, in base all'evoluzione della pandemia coronavirus, ma l'Inter comincia a programmare il prossimo mercato e gli investimenti da operare, soprattutto a centrocampo. Da Locatelli a Tonali, la lista degli obiettivi green è folta e varia, ma per consentire nuovi innesti servono partenze: non solo quella di Borja Valero, il cui contratto è in scadenza, almeno uno tra Roberto Gagliardini e Matias Vecino dovrà lasciare i nerazzurri.

LA SITUAZIONE - Una poltrona per due. Come nel celebre film con Dan Aykroyd e Eddie Murphy che ogni anno accompagna il Natale, i due centrocampisti sgomitano per trovare spazio nella rosa con cui Conte affronterà la prossima stagione: uno solo potrà giocarsi la conferma, mentre l'altro sarà necessariamente costretto a dire addio. Situazioni simili, non solo per ruolo in campo ma anche per la valutazione che l'Inter fa dei due cartellini: circa 20 milioni di euro Gagliardini, 25 per Vecino. Se gli interessamenti non mancano, soprattutto per l'uruguaiano che resta nel mirino dell'Everton e sulla lista dei potenziali obiettivi del Napoli visto il forte gradimento di Giuntoli, prende corpo una nuova strada: con un mercato estivo che si preanuncia fortemente incentrato sugli scambi, Gagliardini e Vecino potrebbero diventare preziose pedine da inserire come contropartite per arrivare a nuovi rinforzi, una soluzione che permetterebbe di iscrivere comunque a bilancio importanti plusvalenze per entrambi. Saranno dunque mesi di riflessioni e di valutazione delle varie opportunità per l'Inter: Gagliardini o Vecino, nel centrocampo che verrà non c'è posto per entrambi.

@Albri_Fede90