31
Sono quattro gli acquisti che il Napoli ha ufficializzato finora. Olivera, Kvaratskhelia, Ostigard e Kim. Ma non è finita qui. Già, perché c'è altro che si muove sotto la direzione del ds azzurro Giuntoli. A partire dal dentro-fuori Simeone-Petagna, passando per il grande obiettivo Raspadori, fino ad arrivare al nuovo portiere che andrà a prendere il posto di Ospina tra i pali. Ad oggi nel ritiro di Castel di Sangro ci sono Meret, Contini, il giovane Idasiak e Marfella. Contini è promesso sposo alla Samp, ma c'è bisogno prima dell'arrivo del nuovo estremo difensore per sbloccarne la partenza.

SITUAZIONE MERET - Il portiere titolare ad oggi è Alex Meret. L'ex Udinese e Spal, però, non garantisce sicurezze, vive una situazione in cui è evidentemente poco tranquillo. La situazione va avanti dallo scorso 24 aprile quando si rese protagonista in negativo nella sconfitta contro l'Empoli al Castellani. Continua ancora oggi e si vede la mancanza di serenità in campo. Il Napoli è alla ricerca di un altro portiere anche per questo motivo e Meret non è neanche detto che resterà alla fine dei giochi. Il nuovo contratto non è stato firmato nonostante l'accordo, l'estremo difensore è in attesa di capire il suo ruolo all'interno del Napoli che verrà. Così potrebbe seriamente chiedere la cessione. Però, arrivati a quel punto, dovrà portare l'offerta di una squadra, ma ad oggi non c'è nessuno sulle sue tracce in maniera concreta.
KEPA MA NON SOLO - Il Napoli non va di fretta, il nuovo portiere potrebbe anche arrivare verso la fine del mercato. Quattro i nomi principali sul taccuino del ds Giuntoli, ovvero Kepa, Keylor Navas, Neto e Trapp. Difficile arrivare al portiere del PSG, che percepisce uno stipendio troppo alto per le casse del Napoli. Così si tenta la soluzione in stile Anguissa: un prestito con ingaggio condiviso con il club di riferimento. Stessa operazione che porterebbe Kepa in azzurro. Attualmente il basco guadagna circa 9 milioni, ma è disposto a ridursi l'ingaggio pur di tornare ad essere protagonista. Lo farebbe a Napoli: gli azzurri preparano l'ingaggio condiviso pagando 3 milioni di stipendio per prenderlo una stagione in prestito. È l'obiettivo numero uno. Neto rappresenta l'alternativa low cost, è in uscita dal Barcellona che è pronto a liberarlo a zero. Poi c'è Trapp tra le altre soluzioni studiate: il Napoli offrirebbe 5 milioni al calciatore dell'Eintracht e lo prenderebbe a titolo definitivo. L'ingaggio è anche alla portata, al di sotto dei 3 milioni annuali. L'obiettivo più concreto comunque resta Kepa e i buoni rapporti con il Chelsea (ultimo trasferimento quello di Koulibaly) potrebbero favorire il Napoli in questa trattativa.