Giorno dopo giorno, in Spagna non si fa altro che alimentare i rumors di mercato in casa Real Madrid. L'addio di Cristiano Ronaldo sembra davvero aver segnato la fine di un'era, il passaggio di testimone da Zinedine Zidane a Lopetegui prima e Solari dopo ha frantumato lo spogliatoio. C'è il caso Isco ad esempio, ma c'è anche e soprattutto quello legato a Marcelo. Il terzino sinistro brasiliano è quello che forse più di tutti ha patito la partenza di CR7, sotto ogni punto di vista. Molto vicino se non vicinissimo alla Juve la scorsa estate, ora la storia si ripete. Ed è sempre legata a doppio filo al destino di Alex Sandro. 

IL PUNTO - Se l'offerta del Psg per il brasiliano della Juve fosse arrivata un paio di settimane prima rispetto a metà agosto, forse il cambio di guardia sarebbe già avvenuto. C'era la volontà di Marcelo, c'era il forte interesse del club bianconero, c'era il fattore Ronaldo a poter fare la differenza. Poi il mercato è finito, la storia è cambiata. Il rinnovo di Alex Sandro è servito per smorzare le sirene di mercato nell'immediato, non quelle per la prossima stagione, ad essere cambiata è sicuramente la posizione della Juve, ora nuovamente col coltello dalla parte del manico e pronta a dettare le condizioni per una cessione che si vuole evitare se possibile. Ma nel caso in cui arrivasse l'offerta giusta, ecco che Marcelo rimane la prima scelta per il dopo Alex Sandro. E la Juve resta la prima scelta di Marcelo per voltare pagina dopo una vita di Real Madrid. In Spagna si insiste in tal senso, i prossimi mesi diranno la verità.