114
Due settimane fa l’Inter si presentava a San Siro contro il Borussia con l’obbligo di vincere. La missione era quella di rimanere vivi e non farsi eliminare dalla Champions dopo sole tre partite. Missione compiuta con un convincente 2-0. 

Ora dopo quei 90 minuti tutto è cambiato, tutto si è capovolto. Quella vittoria ha aperto all’Inter porte che sembravano non chiuse ma “sprangate”.

Anche questo è il fascino della Champions e della sua formula a gironi.

Ora la squadra di Conte ha un “quasi” match point.

Si perché per incastri e incroci del calendario del girone vincendo i nerazzurri metterebbero in cassaforte il passaggio agli ottavi di finale. 

Battendo i tedeschi l’Inter si porterebbe a +3 sui rivali a due partite dalla fine, con il prossimo turno sfavorevole al Borussia ospite del Barcellona al Camp Nou e favorevole ai nerazzurri che andranno a fare visita allo Slavia Praga. 

Insomma l’occasione è ghiotta e da non perdere. 

Vincere a Dortmund non è ovviamente scontato e sicuramente non è facile ma porterebbe dei vantaggi importanti a Conte sotto molti punti di vista. 

Possiamo dire che questa è la partita più importante e più decisiva della stagione nerazzurra fin qui, quella che potrebbe spostare gli equilibri di molte cose anche in chiave campionato.

Qualificarsi per la Champions porta prestigio perché si partecipa alla competizione europea più importante, si prende posto insieme all’elite del calcio mondiale. 

Passare il turno e sedersi al tavolo delle migliori 16 è uno step in più per la crescita di un club caduto nell’ombra negli ultimi anni e risollevatosi negli scorsi 2. 

Sarebbe sicuramente un traguardo importante per Conte sia a livello di risultato personale e di squadra sia a livello gestionale sulla forza lavoro. Vincendo a Dortmund Conte potrebbe concentrare più forze sul campionato alleggerendo la pressione sul discorso qualificazione del girone. Discorso da non sottovalutare considerate le difficoltà del tecnico di gestire una rosa attualmente predisposta agli infortuni e alle assenze. Conte potrebbe anche guardare più serenamente al mercato di gennaio sapendo di poter offrire ai possibili nuovi innesti la chance di giocare la Champions League. Poniamo che ci fosse la possibilità di ingaggiare un big a gennaio (Müller, Goetze, Rakitic, Vidal), offrirgli la possibilità di giocare la Champions alzerebbe e non di poco le probabilità di ricevere un gradimento e portare a termine un eventuale trattativa.

Insomma tanti vantaggi a cui vanno aggiunti quelli societari. Prima di tutto si raggiungerebbe uno dei tanti obiettivi prestigiosi che la società si è posta in questi anni, quello di far rientrare il club tra i top team d’Europa, poi il guadagno economico non sarebbe trascurabile anzi aiuterebbe di molto le casse dell’Inter velocizzando il processo di crescita e sviluppo. 

La qualificazione eviterebbe guai. Si perchè essere retrocessi in Europa League non sarebbe un bene. Giocare il giovedì sera ostacolerebbe non poco la preparazione in vista di un campionato che l’Inter sta giocando al massimo delle proprie forze e a quelle forze non si può rinunciare se si vuole provare ad essere protagonisti. Insomma Borussia-Inter è più di una semplice partita.

Forza Inter sempre!