262
Lionel Messi e l'Inter, è un sogno che parte da lontano. Così tanto lontano che più che sogno ormai è ossessione. Lo ha rivelato Massimiliano Mirabelli, che prima di essere direttore sportivo del Milan, è stato capo degli osservatori nel club nerazzurro. E, ai microfoni di Radio Sportiva, ha oggi dichiarato: "​Chi vuole approfittarne potrebbe farsi avanti. Quando ero all’Inter il presidente Zhang parlava di mercato e diceva ‘Voglio Messi’ ma gli spiegammo che non c’era la possibilità anche per il FPF. Posso assicurare che all’Inter è più di un sogno". Il Fair Play Finanziario c'è ancora, ma ora le cose, in nerazzurro, sono decisamente cambiate. 

CORREVA L'ANNO... - Dal 3 luglio 2014 al settembre del 2016, Massimiliano Mirabelli ha vestito, nei quadri tecnici societari, il nerazzurro. La famiglia Zhang è arrivata proprio nel 2016, quindi Suning e Mirabelli si sono incrociati per qualche mese. E tanto è bastato per sentire quelle parole che fanno sognare il popolo interista: "Voglio Messi". Un sogno di 4 anni fa, periodo in cui l'Inter era limitata sul mercato. Questo è, infatti, il comunicato pubblicato dalla società nerazzurro inerente a quella stagione e al Fair Play Finanziario: "​F.C. Internazionale ha ricevuto quest’oggi la comunicazione dall’UEFA e dal Club Financial Coltrol Body di aver raggiunto gli obiettivi stabiliti nel Settlement Agreement firmato nel 2015 di rientrare nei limiti dei 30 milioni di deficit per il periodo fiscale 2016. Grazie a questo risultato il Club non sarà soggetto al pagamento di ulteriori 7 milioni di euro, che sarebbero stati trattenuti dalle entrate. Rispetto al risultato del 2015, la società è passata da un deficit di 110 milioni al raggiungimento della quota stabilita con l’UEFA; stando al Settlement Agreement, il Club dovrà raggiungere il pareggio di bilancio entro giugno 2017". Una rincorsa lunga, quella dell'Inter, che oggi è a posto coi conti. E, soprattutto, col FPF. 

USCITA DAL SETTLEMENT AGREEMENT - "​La Investigatory Chamber del Club Financial Control Body della Uefa ha annunciato che in seguito alla verifica del bilancio al 30 giugno 2018, F.C. Internazionale Milano S.p.A. ha soddisfatto i requisiti di break-even cumulativo del Settlement Agreement firmato nel maggio 2015 e pertanto è uscita dal regime di Settlement Agreement" questo un altro comunicato che sanciva i conti sani in casa interista e che dava il via libera, ovviamente con oculatezza, al mercato interista. Dove quel sogno, evidentemente, è rimasto vivo. 
SOGNO MESSI - Un percorso positivo, quindi, quello dell'Inter, che ora può permettersi di sognare un colpo alla Messi. In scadenza nel 2021, mai così in difficoltà al Barcellona, con una lotta interna con la presidenza e la dirigenza che è stata traslata, poi, sul campo, dove è arrivata una disfatta storica, epocale, nel senso che qualcosa può davvero essere finito. E l'Inter può sostenere economicamente il colpo Messi senza inciampare nuovamente nel Fair Play Finanziario. Un Inter che ha fatto il salto di qualità europeo, accogliendo big del calibro di Eriksen e Lukaku in campo, Antonio Conte in panchina. Basta solo giovani talentuosi alla Lautaro, ma anche gli da sogno. Come Messi, il sogno che si è fatto ossessione  e che può diventare, ora come non mai, realtà. 

@AngeTaglieri88