67
Beppe Marotta resta un forte candidato per integrare la dirigenza dell'Inter già nel corso dell'anno o quantomeno al termine di questa stagione. Suning sta studiando le mosse giuste per cementare una dirigenza che è già molto solida e che, soprattutto sul mercato, sta mettendo in atto una strategia che è stato a lungo un marchio di fabbrica del dirigente varesino. 

OCCHI SULLA SERIE A - Nel corso delle ultime partite giocate in Serie A e in vista delle prossime l'Inter ha infatti dato mandato ai propri scout di seguire un grande numero di obiettivi di mercato nel nostro campionato. La missione dell'Inter è quella di provare a bruciare la concorrenza degli avversari su quei giocatori che si stanno mettendo in luce in club di medio-bassa classifica e che potrebbero rappresentare sia una possibilità di investimento per rimpolpare la rosa, sia una plusvalenza sicura in ottica futura.
AAA TALENTI CERCASI - Ma chi sono questi obiettivi? Il più importante resta Nicolò Barella, sotto contratto con il Cagliari e grande obiettivo anche in ottica prima squadra già per gennaio. Verrà monitorato anche Krzysztof Piatek, capocannoniere in Serie A e obiettivo di mercato di mezza Euorpa. A Genova gli occhi dell'Inter sono anche per Joachim Andersen considerato il nuovo Skriniar della Sampdoria. Soualiho Meïté sta impressionando con il Torino mentre Manuel Lazzari ha lasciato il segno con la Spal direttamente da avversario dei nerazzurri in campionato. Occhio, infine, ai sempre verdi Federico Chiesa della Fiorentina e Lorenzo Pellegrini della Roma, loro sì già in una piazza importante e che obbligheranno l'Inter a spese importanti per strapparli ai rispettivi club.