69
Sincero. La strategia di Marotta, risultata vincente per ricaricare Conte (forse un po' meno sincero quando gioca a nascondino per lo scudetto), funziona anche con la piazza. Messi era un sogno (proibito?) di Zhang prima del coronavirus, poi la pandemia ha cambiato i piani dell'Inter come quelli di tutti gli altri club. Il mercato non regalerà altri grandi colpi, forse fatta eccezione per Kanté. Il nazionale francese può arrivare dal Chelsea, a patto che partano almeno un paio di centrocampisti fra Joao Mario, Vecino, Nainggolan, Brozovic ed Eriksen. Questa settimana sono state definite ben quattro cessioni: in prestito i giovani Agoumé allo Spezia ed Esposito alla Spal, a titolo definitivo Godin al Cagliari e Candreva alla Sampdoria. 

La possibile operazione in uscita può essere quella di Skriniar, al centro di una trattativa col Tottenham di Mourinho. Questa sera a San Siro arriva la Fiorentina, dove gioca il serbo Milenkovic, candidato a prendere il posto del difensore slovacco ex Sampdoria. La pista alternativa porta all'inglese Smalling, rientrato al Manchester United dopo il prestito alla Roma, ancora interessata al suo ritorno. Skriniar ha sempre dimostrato attaccamento alla maglia nerazzurra, basti pensare all'ultimo rinnovo del contratto firmato a costo di divorziare dal suo agente. I dirigenti possono (anzi, devono) mettere da parte i sentimenti, ma i (veri) tifosi no.

A proposito di tifo, dal 30 settembre al 30 ottobre gli abbonati allo stadio nella scorsa stagione potranno chiedere il rimborso (tramite bonifico bancario oppure attraverso l'ottenimento di un voucher da spendere entro 18 mesi dall'emissione per l'acquisto di abbonamenti o biglietti) per la quota delle 7 partite di Serie A giocate a porte chiuse. Brava Inter! 

Purtroppo i social network hanno creato un esercito di leoni da tastiera, sempre pronti a vomitare la propria rabbia contro chiunque. Compreso Skriniar, invitato da diversi fan a togliere il disturbo per finanziare il mercato in entrata. Peccato, Milan non si merita di essere trattato così. Un po' come il testo della canzone "Sincero" riscritta da Morgan per Bugo al Festival di Sanremo: "Le brutte intenzioni, la maleducazione... la tua ingratitudine, la tua arroganza". Perché c'è modo e modo di separarsi, farlo così male non è da veri interisti.