I tifosi della Juve vorrebbero, vogliono, la conferma di Gonzalo Higuain. Almeno quelli presenti tra Continassa e J Medical, circa trecento: non farà statistica, ma è pur sempre un segnale importante. Che anche la Juve deve registrare, anche se difficilmente questo affetto cambierà i piani di Fabio Paratici e Pavel Nedved. Che poi sono gli stessi piani di un anno fa: il tempo di Higuain alla Juve è finito. Ed esattamente come un anno fa, anche il Pipita non sembra aver cambiato idea: lui vuole restare, il doppio flop tra Milan e Chelsea non hanno fatto altro che consolidare la sua voglia di Juve. Solo che la Juve non lo vuole più. Innescando questo tilt di mercato che ha bisogno di arrivare a una conclusione nel minor tempo possibile, perché dalla sua cessione dipende molto dei prossimi cinquanta giorni di mercato bianconero: a cominciare dalla guerra fredda per Mauro Icardi.

PERCHE' NO – Andando con ordine, ci sono aspetti tecnici ed economici che vedono la Juve insistere nella posizione di chi non vuole più Higuain a Torino. Non è più lui il tipo di centravanti che si cerca dalle parti della Continassa, da questo punto di vista non si vuole tornare indietro. E nonostante l'arrivo di Maurizio Sarri, l'idea di avere un'alternativa così pesante in termini di ingaggio non è nei piani bianconeri. Non solo: già lo scorso inverno Higuain ha provato a tornare alla base, la Juve ha detto no e ha pure ribadito una volta accolte le condizioni del Chelsea che in caso di mancato riscatto avrebbe in ogni caso dovuto trovarsi una nuova squadra. Così non è stato, almeno non ancora. Ma alla richiesta del Pipita di restare, per ora la risposta non è cambiata, anzi.

LA SITUAZIONE – C'è stato qualche sondaggio dalla Cina, registrato e respinto. Ci sono delle piste estere, che ancora non si sono scaldate, tra Atletico Madrid, Monaco e Bayern Monaco. Allora ci ha pensato la Juve a individuare una soluzione: quella che porterebbe Higuain alla Roma, dove facilmente diventerebbe il nuovo re della capitale sponda giallorossa. Un'opzione che per il momento non interessa ad Higuain, nonostante l'asse Paratici-Petrachi abbia già trovato delle formule sostenibili per la Roma e soddisfacenti per la Juve, con o senza rinnovo “tattico”. Nicolas Higuain ha detto e ribadito che in Italia per il fratello c'è solo la Juve, ma per lui la Juve sembra non esserci più. Allora ogni giorno che passa reca in dote nuove riflessioni, a livello economico è forse più facile che sia la Juve eventualmente a cedere sulla buonuscita rispetto al fatto che l'argentino accetti di spalmarsi semplicemente l'ingaggio. Nel frattempo Higuain fa capire di voler almeno partire in tournée, fa sapere di voler restare. Questo l'hanno capito anche i tifosi, vivendo questa situazione in maniera diametralmente opposta alla società bianconera. Si tratta, si lavora, ci si scontra: 10 luglio, Higuain è tornato. Ma per la Juve è solo di passaggio. Il braccio di ferro continua. 


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com