616
Stefano Pioli, allenatore del Milan, commenta a Dazn la partita persa dai rossoneri contro lo Spezia, con conseguenti polemiche sulle decisioni dell'arbitro Serra per il gol annullato a Messias nel finale: "Dopo quell'episodio ho cercato di tranquillizzare i miei giocatori ma non sono riuscito a calmarli. Sapevamo di aver subito un torto e abbiamo perso lucidità. Ha fischiato quel mezzo fallo su Rebic che forse non c'era nemmeno quando la palla era già a Messias. E in tutta la partita giustamente non li aveva mai fischiati quei contatti. Le responsabilità sono certamente nostre ma questa volta vanno divise con l'arbitro, che peraltro ci ha chiesto scusa".

CHANCE SPRECATE - "Abbiamo anche noi le nostre colpe, perché non doveva finire 1-0 il primo tempo. Poi c'è stata qualche difficoltà ma potevamo vincere comunque. Abbiamo creato 7-8 palle gol ma non siamo stati molto efficaci sottoporta al di là del rigore sbagliato da Theo Hernandez. Dopo l'1-1 potevamo vincere e abbiamo perso, è una sconfitta pesante. Potevamo fare meglio anche sul loro gol del pari".

SULLA REAZIONE - "Questa battuta a vuoto non ci voleva perché avevamo un'occasione. Essere in vantaggio doveva anche darci più forza, ora dobbiamo reagire subito perché lo abbiamo sempre fatto e il campionato è ancora lungo. Dopo una sconfitta del genere è un bene che arrivino subito partite così importanti (Juve e Inter)".