E' il giorno che apre la nuova stagione della Ferrari, il giorno in cui viene svelata la nuova vettura. A Maranello tutti presenti, dai piani alti ai piloti, per il primo passo che si spera possa essere vincente, con una Ferrari che cambia rispetto al passato: c'è il rosso, ovviamente, ma è scomparso il bianco, al suo posto un nero che la rende più aggressiva.

IL TEAM PRINCIPAL - A prendere parola per primo è Mattia Binotto, il nuovo team principal: "Giornata speciale, sono emozionato e orgoglioso. Team forte e vogliamo continuare il sogno di Enzo Ferrari. Abbiamo ancora un po' di tempo e dobbiamo lavorare duramente fino all'inizio del Mondiale. Cosa significa #essereFerrari? Passione, determinazione, appartenenza, coraggio e soprattutto una tradizione da portare avanti secondo la visione del nostro fondatore". 



VETTEL - "Emozionate, non ho la mia tuta e non posso entrare subito. Ma ci siamo, non vedo l'ora di guidarla. Il team è sulla strada giusta e continuerà a migliorarsi". 



ELKANN - "La Ferrari 2019 non è solo molto bella. Essere Ferrari è qualcosa di speciale, nasce dalla tenacia del suo fondatore, Enzo Ferrari. E questo è rimasto nel DNA. La Ferrari vuole sempre fare meglio. Vuol dire essere un team e Mattia Binotto lo sa bene. Essere Ferrari rappresenta l’orgoglio di una squadra capace di unire un intero Paese".