Presentazione ufficiale a Giacarta, in Indonesia, per la nuova Yamaha che cercherà di vincere il prossimo mondiale di MotoGP. Il claim della presentazione ben fa capire, infatti, quali siano le reali ambizioni della casa giapponese: “Il futuro è ora“. E la nuova Yamaha M1 di MotoGP, che vuol tornare a lottare per l’iride della classe regina del Motomondiale, si è svelata in tutto il suo splendore.

MOTOGP, LA NUOVA YAMAHA DI VALENTINO ROSSI E MAVERICK VINALES - La cerimonia ha visto schierata la dirigenza della Casa di Iwata al gran completo. E le novità partono già dalla livrea: il classico blu è accompagnato dal nero, che richiama ovviamente il nuovo sponsor principale “Monster” che ha dato un tocco decisamente dark e anche un po’ interista alla moto. Chiaro che Valentino Rossi e lo spagnolo Maverick Vinales si aspettino soprattutto che la M1 2019 sia veloce e costante, che poi abbia una livrea con colori particolari questo è un dettaglio secondario.
MOTORI ED ELETTRONICA, I PUNTI DEBOLI DELLA SCORSA STAGIONE - Le aspettative maggiori sono su motore e gestione elettronica, punti deboli delle stagioni passate. Perché la Yamaha non vuole essere, ancora una volta, terza forza del mondiale dietro a Ducati e Honda. Non resta che passare dalle parole ai fatti fin dai prossimi test a Sepang, in Malesia, in programma dal 6 all’8 febbraio.