113
"Il Milan è un'opzione per il mio futuro. Sono stato veramente felice, ho passato sei mesi meravigliosi e lì è nata mia figlia". ​Una decina di giorni fa Gerard Deulofeu parlava così in un'intervista a El Transistor, tornare in rossonero è la sua priorità, l'ha ribadito anche recentemente al suo agente, che è al lavoro per trovargli una nuova sistemazione. L'attaccante spagnolo classe 1994, 4 gol 3 assist nelle 18 partite con il Milan nei primi cinque mesi del 2017, vuole lasciare il Watford, ha diverse offerte anche dalla Liga, ma spinge per tornare in Italia. Aspetta segnali da Milano, intanto continua il recupero dall'infortunio al legamento crociato del ginocchio destro, subito ​lo scorso 29 febbraio nel match contro il Liverpool.

LA POSIZIONE DEL MILAN - Lavora e aspetta una chiamata, consapevole che non è facile. Il Watford, retrocesso in Championship, ha detto sì alla cessione, ma vuole fare cassa. Bisogna mettere sul tavolo un'offerta convincente per portarlo via dal nord-ovest di Londra, il Milan al momento non ha nei piani un investimento importante, soprattutto dopo l'arrivo dal Real Madrid di un attaccante esterno come Brahim Diaz, per il quale mancano solo i dettagli.
SCENARIO - Il budget a disposizione sarà utilizzato per arrivare a Tonali e a un difensore centrale titolare (l'ultima idea è Pezzella della Fiorentina), Deulofeu ora non è una prima scelta, può diventare un'occasione a fine mercato, se non troverà squadra e soprattutto se il Watford aprirà a una soluzione diversa dall'addio a titolo definitivo per 25 milioni di euro, il prezzo dell'ex canterano del Barcellona.