168

Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic. L'attaccante svedese è atterrato all'aeroporto di Linate, in attesa di firmare lunedì il rinnovo fino al 2021. Queste le prime parole rilasciate ai canali ufficiali del Milan: "Sono molto felice, finalmente è tutto a posto e sono potuto tornare dove mi sento a casa. Ora dobbiamo continuare a lavorare e portare risultati. Aspettative? Io non sono qui per essere una mascotte, ma per portare risultati, aiutare la squadra, il mister e il club, e riportare il Milan dove deve stare. Gli ultimi sei mesi li abbiamo fatti alla grande ma non abbiamo vinto nulla, quest'anno abbiamo la possibilità di ripartire da zero continuandi a fare come abbiamo fatto finora: lavorare duro e fare sacrifici per raggiungere gli obiettivi. Io mi sento bene, in forma. La squadra ha bisogno dei suoi tifosi, forma Milan sempre".

Ibra è atterrato esattamente dieci anni dopo il suo primo sbarco nel mondo rossonero. Infatti era il 29 agosto 2010, quando Ibra lasciò il Barcellona e vide dalla tribuna a San Siro la vittoria del Milan per 4-0 sul Lecce. Presentandosi ai suoi nuovi tifosi durante l'intervallo tra primo e secondo tempo con queste parole: "Vinceremo tutto". A fine stagione arrivò il diciottesimo scudetto, l'ultimo vinto dai rossoneri. Ora determinati a tornare in Champions League, guidati dal leader Zlatan. Pronto a firmare il rinnovo del contratto annuale fino a giugno 2021 con un ingaggio di circa 7 milioni di euro netti a stagione