Ci risiamo: all'Inter non piacciono i modi di Wanda Nara. Come tre estati fa, la moglie e agente di Mauro Icardi mette in piazza la trattativa per il rinnovo del contratto, parlando pubblicamente dell'interesse di altri club. Ma la famiglia Icardi è unita e non si può dividere: prendere o lasciare? Ce la teniamo stretta, non facciamo brutti scherzi. Per un motivo molto semplice. 

Icardi può trovare una squadra più forte dell'Inter? Probabilmente sì. Perché Chelsea, Paris Saint-Germain e Real Madrid avranno bisogno di un nuovo centravanti nel caso partano Morata, Cavani e Benzema. E i 110 milioni della clausola rescissoria valida solo per l'estero dal 1° al 15 luglio non sono una cifra inaccessibile per questi grandi club europei. Invece l'Inter può trovare un numero 9 più forte di Icardi? Probabilmente no. 

Suning può e vuole riconoscere un aumento d'ingaggio al proprio capitano. Il problema non sono i soldi, come dimostrano gli ingaggi offerti a Modric (10 milioni di euro netti all'anno) e Godin (6 milioni a stagione). Se l'Inter cedesse subito al "ricatto" di Wanda Nara, darebbe un segnale di debolezza al resto della squadra e tutti i calciatori sotto contratto (a partire da Skriniar) si sentirebbero autorizzati a seguire la stessa strategia. Invece ci sono delle regole che valgono sempre per tutti. Specialmente dopo l'arrivo di Marotta, come dimostrano le multe a Nainggolan e a Icardi. 


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com