100
In piena emergenza ma con il chiaro intento di proseguire la striscia di 3 vittorie consecutive dall'inizio della stagione. Il Milan, domani pomeriggio, sarà di scena all'Ezio Scida ospite del Crotone, Stefano Pioli presenta la gara nella consueta conferenza stampa della vigilia. 

SULLA SFIDA CONTRO IL BODO GLIMT E COLOMBO: "Credo che sia il giusto approccio, quando credi di esserti preparato al meglio possibile devi andare in campo pronto per dare il massimo".

SULLE GIOCATE DI CALHANOGLU: "Stiamo parlando di gesti tecnici di altissimo livello, sul secondo gol va diviso il merito con Castillejo. Sul gol di Colombo è stato voluto, un gesto tecnico di alto livello".

SUL CROTONE: "Sa giocare a calcio, Stroppa ha fatto un ottimo lavoro. Sono arrivati nuovi giocatori in settimana che possono dare spessore alla squadra. Sanno che campionato li aspetta, sanno che dovranno soffrire. Sappiamo che partita ci aspetta".

ANCORA SU COLOMBO: "Al di là dei 18 anni, è un ragazzo molto maturo. E' dentro al lavoro e dentro al nostro gruppo, la mia mentalità è volta a schierare alla migliore formazione da schierare domani".

SU TONALI: "Io credo che l'ho già detto, i nostri quattro centrocampisti si possono sposare bene tutti. E non vedo, per come vogliamo giocare, delle priorità. Dobbiamo avere centrocampisti in grado di saper legare entrambe le fasi di gioco. Sandro è molto maturo ma dobbiamo dargli il tempo di adattarsi, vedo un giocatore in crescita".

SU REBIC PRIMA PUNTA: "Ante è un attaccante, per gli equilibri che abbiamo trovato sta facendo più l'attaccante di sinistra, stringendo dentro. Credo possa fare benissimo anche la prima punta, è un giocatore forte che ci dà fisicità e quantità, può giocare entrambi ruoli senza togliere nulla alle sue potenzialità".

SULLA SETTIMANA IMPORTANTE: "Sono molto soddisfatto di quello che stiamo facendo ma ci aspettano sette giorni importantissimi, ci aspettano partite difficili. Dobbiamo giocare da Milan e fare punti, il preliminare ha molta importanza. Sono giorni da vivere con concentrazione e intensità. Sono tre partite molto importanti".

SULL'ASSENZA DEI TIFOSI: "​Mancano a tutti, il calcio è fatto per i tifosi. L'aspetto più importante sarà quando potremo riaverli. Mancano a tutti. E' un altro tipo di calcio, siamo stati bravi ad adattarci, non è facile, perché i tifosi ti danno adrenalina, sarà tutta un'altra cosa quando potremo riaverli".

SU LEAO CONVOCATO: "C'è la possibilità, ha fatto solo 3/4 allenamenti ma ha bisogno di stare con noi, anche a livello mentale. Sarà con noi, è un ragazzo giovane con grandi potenzialità. E' disponibile per giocare, vediamo se riuscirà a fare uno spezzone".
SU KESSIE DIFENSORE CENTRALE: "Ho parlato con Franck, mi ha dato disponibilità. E' l'unico della rosa che può ricoprire quel ruolo lì, spero non ci sia l'urgenza, ma se ci fosse lui è pronto".

SU UN CALABRIA CHE STA ALZANDO L'ASTICELLA: "Fa parte del percorso di crescita superare qualche difficoltà, dobbiamo essere bravi a mantenere l'equilibrio, a farci trovare pronti, Davide lo sta facendo".

SULL'AZIONE DEL GOL DI COLOMBO PARTITO DA DONNARUMMA: "Abbiamo fatto un'azione con tutti i principi di gioco fatti bene, Gigio è migliorato molto con i piedi, nella fase di possesso prendere delle buone posizioni dà molte soluzioni. Gigio è un punto di riferimento, avere un portiere che sa leggere bene le situazioni è molto importante nel calcio odierno, lui sta crescendo in tante cose, anche in questo".

QUANTO MANCA PER RAGGIUNGERE INTER E JUVE: "Bisogna continuare a migliorare, continuare a crescere, commettiamo ancora qualche errore, siamo meno lucidi nella scelta della giocata, dobbiamo essere più compatti, fa parte di un percorso di crescita. Dobbiamo cercare di migliorare collettivamente e individualmente".

SU DONNARUMMA CAPITANO: "La fascia di capitano lo inorgoglisce ed è scontato, credo che Gigio stia crescendo in tutte le situazioni, è maturo, positivo. Vederlo giocare da tanti anni ad alcuni fa dimenticare la sua età, ma sta crescendo ulteriormente".

DIAZ E' SOLO IL VICE CALHANOGLU: "Può essere una buona posizione per lui, lui credo possa giocare in tutti e e tre i ruoli, ha delle belle qualità, è un ragazzo intelligente, pronto, credo ci sarà utile in più posizioni".

SUGLI ASPETTI DA MIGLIORARE: "Giovedì dovevamo lavorare più compatti senza palla, quando siamo bassi dobbiamo essere più organizzati e pronti, sono situazioni che vanno migliorate. Lavoriamo sulla partita giocata per crescere".

SULLA STRISCIA POSITIVA SIMILE A QUELLA DI ANCELOTTI: "Non dobbiamo guardare ai numeri, per noi è importante sapere che percorso stiamo facendo, continuare a migliorare ed affrontare qualsiasi partita al massimo. Le partite sono complicate, abbiamo avuto la riprova giovedì, gli avversari sono preparati e stanno bene. Il Crotone avrà le sue motivazioni, restiamo concentrati. Alla fine penseremo al nostro percorso".

SU IBRAHIMOVIC: "Zlatan l'ho sentito giovedì sera, sta bene e si sta allenando a casa. Molto motivato, si sente con i  compagni. La sua assenza ci pesa, ma noi dobbiamo essere bravi a dimostrare che questa opportunità di crescita".