Commenta per primo
Giro di boa e vacanze invernali anche per il Campionato Primavera e per il nostro Focus Primavera tiriamo le somme di questo inizio di stagione. Tanti sono i ragazzi delle nostre formazioni giovanili che hanno trovato l'esordio e spazio in Prima Squadra, tanti sono i ragazzi che ancora dobbiamo vedere esplodere con il nuovo anno alle porte. Abbiamo scelto i top e i flop di questo inizio di stagione sottolineando però ancora una volta, che il lavoro sui giovani è diventato fondamentale per la sussistenza dei club italiani e che tanto lavoro può ancora essere fatto. 

ATALANTA IMBATTIBILE - Chi fa dello sviluppo del settore giovanile il proprio fiore all'occhiello è sicuramente l'Atalanta e ancora una volta il lavoro non può che pagare. La formazione allenata da Massimo Brambilla è imbattibile in Italia (13 vittorie e 1 pareggio fra campionato e Coppa Italia) e dopo un avvio negativo Piccoli e compagni hanno ribaltato anche il girone di Youth League conquistando il pass per gli ottavi. Traoré (LEGGI QUI) ha stupito all'esordio in Serie A, Colley ha debuttato e presto sentiremo parlare di ragazzi come Brogni (LEGGI QUI), Cortinovis e Okoli. 

INTER E JUVE PROMOSSE IN EUROPA - Bene in Europa (LEGGI QUI), a fasi alterne in campionato, Inter e Juventus sono promosse a braccetto come per le prime squadre. I nerazzurri di Armando Madonna soffrono la necessità di Conte di pescare giovani da aggregare alla prima squadra e collezionano risultati altalenanti pur mettendo in mostra prospetti come Colombini, Oristanio (LEGI QUI), Squizzato e Fonseca. I bianconeri di Lamberto Zauli sono in ripresa dopo il periodo no di ottobre e, con un Fagioli in un ruolo nuovo (LEGGI QUI) e i talenti di Tongya e Da Graca, sono ancora in zona playoff.

SORPRESE CAGLIARI E GENOA - Tanto talento, territorialità, e giovani da lanciare il prima possibile in prima squadra sono invece i segreti di Genoa e Cagliari, autentiche outsider del torneo ma in piena corsa per contendersi un posto per le finali. Il segreto dei sardi di Max Canzi è una difesa solida guidata da Carboni (LEGGI QUI) e un attacco tutto pepe con il talento di Marigosu sulla trequarti. I rossoblù di Chiappino hanno sofferto nell'ultimo mese le difficoltà della prima squadra ma hanno messo in vetrina i talenti di Rovella (LEGGI QUI) e Cleonise (LEGGI QUI) che hanno già esordito in Serie A.

MALE NAPOLI E FIORENTINA - Non hanno iniziato alla grande la stagione né il Napoli di Roberto Baronio né la Fiorentina di Emiliano Bigica. Gli azzurri hanno pagato una rosa non all'altezza della doppia competizione (male la Youth League), priva di grandi investimenti e sono ultimi in classifica. I viola, invece, stanno pagando il ricambio generazionale con tanti ragazzi più 'esperti' (Brancolini è un esempio, LEGGI QUI) che stanno completando i ranghi della prima squadra.

RIMANDATE ROMA E TORO - Rimandate al 2020 sono infine due delle formazioni che negli ultimi anni hanno sempre fatto molto bene andando spesso a competere per il titolo con Inter e Atalanta. I granata, perso Federico Coppitelli, hanno affidato a Marco Sesia un gruppo ancora troppo infarcito di fuoriquota e per cui, a gennaio, sarà rivoluzione. Alberto De Rossi invece ha a disposizione un gruppo ricco di talento, ma spesso condizionato da infortuni ed esagerazioni caratteriali. La corsa playoff è aperta per entrambe, ma servirà metterci mano nel 2020.