6

Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa prima della sfida contro il Sassuolo:

SALVEZZA – “Quando sono tornato sapevo che il calendario ci avrebbe impegnato molto, con partite anche difficili. Ci arriviamo con meno lavoro insieme rispetto al mio solito, perché sono due settimane e basta che lavoriamo. Nessuno ha la bacchetta magica, ma i ragazzi hanno voglia e disponibilità a lavorare. Abbiamo avuto due partite difficili all’inizio. Dobbiamo ritrovare la solidità dietro, oltre ad essere incisivi davanti. Con l’Atalanta si sono viste delle cose buone, con i ragazzi stiamo crescendo settimana dopo settimana”

CASTROVILLI – “Gaetano, come altri giocatori, hanno avuto un certo tipo di percorso. Stiamo lavorando su diversi aspetti per riportare lui e gli altri, attraverso il lavoro e la condizione, al top. Lui ci darà una grossa mano sul finale di questa stagione”.

PAURA – “Con l’Atalanta, anche nel primo tempo, la sensazione era di non essere partiti male. Abbiamo sofferto un paio di episodi, ma avevamo costruito qualcosa. All’intervallo abbiamo parlato, ritoccato qualcosa, e la squadra ha avuto una convinzione maggiore. Dispiace perdere per un rimpallo, in un’azione ravvicinata e veloce. Ma non abbiamo avuto paura, i ragazzi ci hanno provato fino in fondo e volevano vincere. Siamo chiamati a ritrovare solidità e compattezza”.

TRASFERTA – “Lo scorso anno abbiamo vinto 5 partite fuori casa, ma con un processo di lavoro insieme lungo. Ora non ho avuto tanto tempo per poter determinare, ma sono sicuro che questo gruppo possa andare a fare una partita importante, a patto che si ritrovi solidità e convinzione”.

COMMISSO – “La sua vicinanza è di conforto per i giocatori, noi pensiamo a lavorare sul campo. Cerchiamo di trovare quella perfezione e cura del dettaglio, che può portarci a fare le giuste prestazioni. Vogliamo regalare presto soddisfazioni al presidente e ai nostri tifosi”.

SASSUOLO – “Ho lasciato ottimi ricordi, facemmo una bellissima rimonta. Eravamo una squadra giovane e valorizzammo tanti ragazzi. C’è tanta stima per l’ambiente, lavorano insieme da tre anni, sono simili all’Atalanta diciamo. Dobbiamo avere l’atteggiamento di entrare in campo e fare la nostra miglior partita”.

VLAHOVIC – “La Fiorentina ha tutti gli strumenti per trattenerlo, il presidente ha un bel progetto e vuole ben al ragazzo. Dusan è chiamato ad un finale importante, restando concentrato sulle partite con lo stesso atteggiamento. Sarà il presidente a convincerlo per continuare il percorso insieme”.

SALVEZZA – “Le prossime due partite sono importanti ma non ancora determinanti. Abbiamo un calendario complicato, con avversari difficili. Sono gare impegnative, ma sono concentrato per giocare una partita per volta, abbassando gli errori”.