227
Stilando - nazione per nazione - la classifica dei club di calcio che hanno vinto di più, considerando titoli e coppe nazionali e coppe internazionali, si scopre che il Barcellona ha vinto due trofei in più del Real Madrid (avremmo immaginato il contrario), che il San Paolo è il club più titolato del Brasile, che nel derby tra le due società di Roma la Lazio sta avanti (+1), che il Benfica (84) ha vinto più trofei di Inter, Lazio e Roma insieme, che la distanza tra i trofei vinti dal Bayern Monaco (72) e la seconda classificata, il Borussia Dortmund (21), è così ampia (51 trofei a dividerli) come in nessun altro campionato.

La classifica italiana è ovviamente guidata dalla Juventus: 67 titoli, ma l’83% li ha vinti in Italia (35 scudetti, 13 Coppe Italia, 8 Supercoppe italiane). A seguire ci sono Milan (51, solo due trofei messi in bacheca negli ultimi dieci anni: scudetto nel 2011 e Supercoppa italiana nel 2016, ma i rossoneri sono al 3° posto nella classifica delle squadre più titolate in quanto a vittorie internazionali dietro a Real Madrid e Al-Ahly), Inter (39), Lazio (16, l’impennata con Lotito dopo gli anni d’oro di Cragnotti) e Roma (15). Della Bundesliga abbiamo detto: è sotto dittatura del Bayern Monaco. In Inghilterra è facile preventivare un sorpasso a breve del Liverpool, che al momento sta sotto di tre trofei rispetto al Manchester United (63 Liverpool, 66 Man Utd): più distanziati ecco Arsenal (46), Chelsea (31) e Manchester City (25). A proposito del City: 15 successi su 25 rientrano nell’ultimo decennio, da quando cioè gli sceicchi hanno cominciato ad investire su una società che era scivolata molto in basso nelle gerarchie del calcio inglese. E’ la conferma - se mai ce ne fosse stato bisogno - che nel calcio di oggi vince chi ha più soldi. Agli altri restano le briciole. Basta riprendere in mano la classifica - appena uscita dallo studio Deloitte - dei club con i più alti fatturati nel mondo: Barcellona (840,8 milioni di euro), Real Madrid (757,3 milioni), Manchester United (711,5). Il podio è questo. A seguire troviamo Bayern Monaco, Psg, City, Liverpool, Tottenham, Chelsea e - unica italiana nella top10 - la Juventus.
La Spagna vive da sempre del dualismo tra Barcellona e Madrid, ecco allora che i blaugrana comandano la classifica del palmarès più vincente (96 trofei) e il Real gli sta appresso (94). Molto più indietro ci sono Athletic Bilbao (34), Atletico Madrid (32) e Valencia (23). In Francia il Psg ha staccato tutti negli ultimi anni, salendo a quota 39 trofei in bacheca e tenendo a distanza di sicurezza l’Olympique Marsiglia (28), Lione (22), St Etienne (22) e infine Monaco (18). Curiosità: i «verdi» del St Etienne vantano ancora il primo posto a proposito delle vittorie in Ligue1: sono 10 (l’ultima nel 1981), contro le 9 dell’OM e le 8 di Psg, Monaco e Nantes. In Portogallo c’è il Benfica (84) davanti al Porto (76), in Olanda l’Ajax (76) sta al riparo da qualsiasi assalto, visto che il PSV (46) e Feyenoord (36) sono lontanissimi, in Scozia - come è noto - tutto si gioca a Glasgow, con i Rangers (115) davanti al Celtic (106). La Turchia vede primeggiare il Galatasary (61) sul Fenerbahce (43), mentre in Grecia l’Olympiacos (75) sta davanti al Panathinaikos (41).

Saltiamo in Argentina, dove il Boca Juniors (68) precede gli eterni rivali del River Plate (66), più in là rincorrono l’Independiente (45), il Racing Club (37) e il San Lorenzo (22). Incertissima la situazione in Brasile: San Paolo (18), Santos e Cruzeiro (17), Palmeiras (16) e Flamengo (15) sono strette in un abbraccio comune.