169
Diciottesima giornata, ecco i migliori 11 più l’allenatore secondo i voti assegnati dagli inviati di calciomercato.com: Marcangeli per Lazio-Roma, De Cupertinis per Bologna-Verona, Piva per Torino-Spezia, Montaldo per Sampdoria-Udinese, Annunziata per Napoli-Fiorentina, Franco per Crotone-Benevento, Bedogni per Sassuolo-Parma, Belotti per Atalanta-Genoa, Guarro e Balice per Inter-Juventus, Cinus e Longo per Cagliari-Milan.



DONNARUMMA (Milan) 7,5
Una parata decisiva su Simeone, un’altra molto bella sul colpo di testa di
Cerri sotto la traversa. Sulla vittoria del Milan a Cagliari c’è anche la
sua firma.

CALABRIA (Milan) 7,5
Contende a Hakimi il titolo di miglior terzino destro del campionato di Serie A. Se l’interista contro la Juve frantuma il malcapitato Frabotta con scatti a ripetizione, il milanista a Cagliari fa ancora di più: eccellente fase difensiva, attacco a piena velocità, un tiro pericoloso, un tiro che si stampa sul palo interno e un lancio di quasi 40 metri che diventa l’assist per il 2-0 di Ibrahimovic.

KOULIBALY (Napoli) 7,5
E’ il miglior marcatore della Serie A in area di rigore. Domina contro Vlahovic e Kouamé.

ACERBI (Lazio) 7
Fra i difensori italiani è il top in assoluto e lo è da almeno due stagioni. Ultima dimostrazione nel derby.

A. BASTONI (Inter) 7,5
Controlla la zona senza alcuna preoccupazione e quando fa partire il suo lancio di sinistro sembra un numero 10: palla a 60 metri sullo scatto profondo di Barella. Che sia una prodezza lo dimostrano, dopo il gol, gli abbracci dei suoi compagni.

LAZZARI (Lazio 8)
Imprendibile sulla destra. E’ come se avesse dei polpacci...assistiti, vola dall’inizio alla fine e manda Ibanez fuori partita.

BARELLA (Inter) 8,5
In Italia non abbiamo una mezz’ala più forte di lui. Contro la Juve gioca una partita mostruosa, arricchita dall’assist per il gol di Vidal e dal gol dopo una progressione pazzesca.
LUIS ALBERTO (Lazio) 8
E’ il calcio. Tocca la palla e la trasforma in pepita d’oro. In qualche momento ricorda Rui Costa che metteva Batistuta davanti al portiere. Solo che lui segna di più. La doppietta nel derby passerà alla storia.

L. INSIGNE (Napoli) 8,5
Fa letteralmente impazzire la difesa viola. Gol, assist, dribbling, invenzioni, giocate, è su un piano calcistico elevatissimo.

SIMY (Crotone) 8
Anche per Simeon Nwankwo detto Simy arriva una doppietta fondamentale per la stagione del Crotone: il 4-1 sul Benevento rilancia le speranze dei calabresi.

IBRAHIMOVIC (Milan) 8
Torna titolare in campionato e con una doppietta decide la partita di Cagliari. E’ un giocatore infinito.

ALLENATORE S. INZAGHI (Lazio) 8
Una lezione di calcio a Fonseca in una notte difficile da dimenticare per
i tifosi laziali.




MEDIA-VOTO. Ecco i primi cinque giocatori di ogni ruolo (più cinque allenatori) come media-voto. Abbiamo preso in considerazione chi ha almeno 5 presenze.

Portieri: Donnarumma 6,56; Silvestri 6,42; Gollini 6,40; Audero 6,39; Reina 6,38. Difensori: Kjaer 6,69; De Ligt 6,44; Romero 6,38; Koulibaly 6,31; Acerbi 6,30. Terzini: Hakimi 6,86; Calabria 6,64; Gosens 6,57; Hernandez 6,47; Spinazzola 6,46. Centrocampisti: Kessie 6,65; De Paul 6,59; Barella 6,58; Sensi 6,57; Zaccagni 6,47. Attaccanti: Ibrahimovic 7,67; Gomez 6,65; Mkhitaryan 6,61; Muriel e Lukaku 6,57
Allenatori: Ballardini 6,63; Pioli 6,59; De Zerbi 6,47; Gattuso e Gasperini 6,44.