69
Inter-Napoli 1-0

Handanovic 7,5:
Istinto felino sul tacco di insigne. Ma salva il risultato altre due volte, prima su Politano e poi su Di Lorenzo. Dopo tante critiche risorge con una grande prestazione. 

Skriniar 6: Resta a galla in una serata non semplice. Insigne prova a portarlo fuori posizione, rimane concentrato.

de Vrij 6: Al centro della difesa, detta i tempi. Non sbaglia niente fino ai minuti finali, quando in area di rigore, la marcatura su Petagna risulta troppo tenera e il centravanti del Napoli lo spazza via prima di colpire il palo.

Bastoni 5,5: Lozano va veloce e anche lui finisce per soffrirlo parecchio.

Darmian 6,5: Un soldato disciplinato e preciso. E quando il ruolo gli sta stretto, va nell’area di rigore del Napoli a prendersi il calcio di rigore.

Barella 6,5: Intercetta la giocata di Koulibaly e manda in porta Lautaro, che però calcia a lato. In mezzo al campo è il solito punto di riferimento, ma questa sera ha dovuto raschiare il fondo del barile per raccogliere le ultime energie.

Brozovic 5,5: Conte deve richiamarlo all’ordine, il croato da qualche partita è insofferente e il suo linguaggio del corpo non lancia bei segnali neanche ai compagni. Non ha spazio per regolare la manovra e si innervosisce anche per questo.

(Dal 22’ s.t. Sensi 6,5: Nel momento giusto, l’Inter ritrova il suo uomo più importante. Decisivo anche quando i minuti a disposizione sono pochi. Entra per l’infortunio di Brozovic ed è sua la giocata che porta al rigore su Darmian).

Gagliardini 5,5: Nel primo tempo prova un paio di inserimenti. Poi abbassa il suo raggio d’azione e fa legna a centrocampo. Piatto.

Young 5,5: Tra Di Lorenzo e Lozano, ci capisce poco.

(Dal 41’ s.t. D’Ambrosio: s.v.)

Lautaro 5: Barella gli offre l’assist per sbloccare il match ma l’argentino macchia la sua prestazione con un brutto errore di misura.

(Dal 32’ s.t. Hakimi: s.v.)

Lukaku 6: Gara complicatissima, Koulibaly gli toglie ossigeno. Ma quando si presenta dagli undici metri e freddissimo e spiazza Ospina.


Conte 6: L’Inter guadagna tre punti importantissimi e soffre il Napoli il giusto. Ma soffre soprattutto quando toglie dal campo Lautaro per Hakimi, mandando in pasto il solo Lukaku tra i difensori del Napoli, che nel frattempo era rimasto in dieci uomini.

NAPOLI
Ospina 6: Prova l’uscita su Darmian ma col guantone tocca il piede dell’esterno nerazzurro e causa il rigore. Spiazzato da Lukaku dagli undici metri.

Di Lorenzo 5,5: Stringe il campo a formare una difesa a tre quando il Napoli imposta. Quando riesce si fa vedere in proiezione offensiva ma è troppo egoista quando sceglie la conclusione all’assist e trova Handanovic attento. Avvia lui l’azione che premia l’inserimento di Zielinski e il tacco di Insigne.

Manolas 6,5: Con Koulibaly respinge senza problemi gli attacchi nerazzurri.

Koulibaly 6,5: Annulla Lukaku e vince il duello fisico contro il belga. Suo un grave errore in uscita che porta Lautaro alla conclusione, ma l’argentino lo grazia.

Mario Rui 5,5: Agisce da ala sinistra, in costante sovrapposizione a Insigne. Gattuso lo richiama spesso perché Darmian è troppo libero. Dà la sensazione di non interpretare al meglio le direttive del tecnico.

(Dal 40’ s.t. Ghoulam: s.v.)

Bakayoko 5,5: Imponente, ma poco mobile.

(Dal 29’ s.t. Politano 6,5: Entra subito con gran piglio. Potrebbe angolare meglio il piazzato ma la sua stoccata è centrale e Handanovic riesce a respingere. Causa tre ammonizioni agli avversari).

Demme 6: In undici contro undici è la vera diga azzurra. Gioca con intelligenza e scherma il gioco avversario.

(Dal 40’ s.t. Elmas: s.v.)

Lozano 7: Trova terreno fertile infilandosi nello spazio tra Bastoni e Young e nel primo tempo riesce a scappare via un paio di volte. Anche nella ripresa è costante nel puntare l'uomo e creare superiorità.

Zielinski 6,5: Una conclusione fuori di un pelo e l’assist per il tacco di Insigne. Salta l’uomo con semplicità, a volte dovrebbe essere più concreto.

(Dal 29’ s.t. Fabian Ruiz: s.v.)

Insigne 4,5: Si abbassa sulla linea dei centrocampisti per lasciare strada a Mario Rui. Servito da Zielinski, prova la magia di tacco ma Handanovic lo mura con un gran riflesso. Espulso per un vaffa... all'arbitro. Ingenuo, molto ingenuo. 

Mertens: s.v.

(Dal 16’ Petagna 6: Entra e fa il suo gioco. Sposta de Vrij e colpisce un palo che ancora trema.

Gattuso 6: Il Napoli torna a casa con zero punti, ma dopo un primo tempo noioso e di studio, in dieci di uomini, prova e trova la reazione che mostra come la sua squadra sia viva.