Commenta per primo

Daniele Pradé, direttore sportivo della Fiorentina, ritorna sulla polemica con il dg della Juventus, Beppe Marotta, secondo cui l'intervento di 'disturbo' della Juventus su Dimitar Berbatov, durante lo scorso calciomercato, avrebbe fatto la fortuna dei viola: "Marotta ridica a me quelle cose, da soli in una stanza, guardandomi negli occhi - si legge su Repubblica.it -. Non c'è bisogno di aggiungere altro".

13.30 All'assemblea dei soci della Juventus, l'ad bianconero Beppe Marotta parla del mercato bianconero: "La Juve non vende i suoi migliori giocatori. Ci hanno offerto 30 milioni per Vidal, li abbiamo rifiutati. La Juve compra i campioni, non li cede". 

Sul bilancio: "L’obiettivo é il massimo risultato sportivo e l’equilibrio di bilancio. Ho commesso errori, ma abbiamo conquistato due trofei. Inaspettati, ma sono stati dei successi meritati".
 
Marotta ritorna sul caso Berbatov, che a fine mercato contrappose Juventus e Fiorentina: "Il giocatore ci aveva detto che mai sarebbe andato alla Fiorentina e che avrebbe preferito il suo ex allenatore. Semmai abbiamo evitato alla Fiorentina una brutta figura. Ci hanno attaccato per coprire una loro lacuna". 
 
Infine, su Giovinco: "La cessione al Parma ha generato una plusvalenza e ha fatto maturare il ragazzo. E’ in crescita, per noi un buon investimento con una valutazione da 15 milioni".