Impresa sfiorata, ma è andata male la sfida da dentro o fuori per il Napoli di Maurizio Sarri, già giunto all'ultima chiamata europea della sua stagione: dopo l'eliminazione ai gironi di Champions League e la sconfitta casalinga per 3-1 nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, oggi i partenopei vincono per 2-0, grazie alle reti di Zielinski e Insigne (a secco da dicembre), sfiorano il ribaltone ma salutano prematuramente tutte le competizioni europee. Non arriva il miracolo dopo il brutto ko dell'andata, nell'appuntamento alle 19 presso la Red Bull Arena di Lipsia, dove di fronte c'era l'RB Lipsia di Hasenhuttl, quarta forza della Bundesliga anch'essa "retrocessa" dai gironi di Champions. Per gli uomini di Sarri, che ha comunque effettuato turnover in vista dell'impegno in campionato e al testa a testa scudetto con la Juve, considerato più importante, non arriva una vittoria per 3-0 o comunque con tre reti di scarto, o un 3-1 come all'andata per centrare i supplementari. Bella vittoria, seppur inutile, grazie anche a qualche titolarissimo schierato nel tentativo di compiere l'impresa. RB Lipsia agli ottavi, Napoli fuori dall'Europa: domani alle 13 il sorteggio.