223
Per molti è già il migliore italiano nel suo ruolo, se non è così poco ci manca. ​Nicolò Barella è il valore aggiunto dell'Inter che sogna in grande e della Nazionale, che a giugno proverà a vincere un titolo europeo che manca dal 1968. Un giocatore totale, un centrocampista box-to-box che garantisce quantità e qualità, come dimostrano i dati sui gol, 3, e assist, 10. Con ​2.634' è il giocatore di movimento più impiegato da Conte, che raramente rinuncia a lui. Come dargli torto, Barella 'suda' la maglia, è sempre l'ultimo a mollare, riesce sempre a fare la differenza. Ha voluto fortemente l'Inter e in ogni partita dimostra di tenerci.

NON SI CEDE - I giocatori bravi hanno sempre gli occhi delle big addosso, è il caso anche del 24enne centrocampista di Cagliari. A gennaio ci ha provato seriamente il Tottenham, ma la risposta dell'Inter è stata "no grazie". Barella non si tocca, non è sul mercato, la difficile situazione societaria non cambierà il pensiero di Marotta. Chi arriverà in estate troverà un muro, il numero 23 nerazzurro rappresenta l'interismo, uno dei pilastri del progetto. Non è da escludere, una volta che l'assetto del club sarà più chiaro, un rinnovo del contratto in scadenza nel 2024, con ritocco dell'ingaggio, attualmente di 2,5 milioni di euro netti a stagione.