100

La storia del calcio è un’epopea che ogni tanto concede l’apparizione di squadre leggendarie capaci di mutare totalmente la storia di questo sport: il Barcellona del Tiki Taka di Pep Guardiola e la cosiddetta “Arancia Meccanica”, la nazionale olandese del 1974 guidata da Rinus Michels. Ma secondo quanto stabilito direttamente dalla UEFA, la squadra più forte di tutti i tempi è il Milan di Arrigo Sacchi, tra il 1987 e il 1990, triennio nel quale i rossoneri vinsero un campionato, due Coppe dei Campioni, due Supercoppe e due Coppe Intercontinentali.

IL MAESTRO SACCHI E I TRE TULIPANI - Pressing alto, tecnica individuale altissima e Tre Tulipani: Marco van Basten, Frank Riijkard e Ruud Gullit. Questi gli ingredienti fondamentali di un club che in quegli anni dominava il Mondo: uno stile di gioco rivoluzionario imperniato su una nuova filosofia di calcio, che portò i rossoneri alla riconquista di un trofeo dopo ben 13 anni, anche se le vittorie furono solo la conseguenza delle indicazioni tattiche del maestro Sacchi, che poteva però contare su una serie di individualità devastanti, per proporre un calcio offensivo e spettacolare. 

LA VITTORIA PIU' BELLA DI BERLUSCONI E L'INIZIO DEL MITO - Il modulo è il canonico 4-4-2 con difesa a zona, tattica del fuorigioco esasperata e velocità offensiva incontrastabile: il tutto portato alla ribalta da un allenatore pressoché sconosciuto. Nella Coppa dei Campioni 1988, competizione nella quale nasce il mito, il Milan asfalta per 5-0 il Real Madrid e vince la finale del Camp Nou umiliando per 4-0 la Steaua Bucarest dinnanzi a uno stadio completamente rossonero: Adriano Galliani a tutt'oggi conferma che quella fu la vittoria più bella dell'era Berlusconi, la leggenda cominciò proprio lì.

CHE FINE HANNO FATTO? - Baresi, Maldini, Tassotti, Costacurta, Ancelotti, Donadoni, Rijkaard, Gullit e Van Basten​ sono alcuni dei nomi di coloro che compirono quell'impresa epica, ma nelle stagioni sacchiane anche altri protagonisti si imposero nel grande calcio, per entrare in una leggenda che rimane tutt'ora vivida, nonostante siano passati trent'anni. In occasione dei festeggiamenti per i 120 anni dalla nascita del club rossonero, vediamo che fine hanno fatto coloro che seppero scrivere la storia. 


PORTIERI: 

Francesco Antonioli: preparatore dei portieri del Cesena.

Giovanni Galli: dirigente sportivo ed ex politico.

Davide PInato: preparatore dei portieri del settore giovanile del Milan.

Andrea Pazzagli: è deceduto nel 2011.


DIFENSORI:

Franco Baresi: ambasciatore internazionale del Milan.

Walter Bianchi: ex vice allenatore dell'Italia Under 15.

Alessandro Costacurta: commentatore sportivo per Sky.

Filippo Galli: dirigente del settore giovanile della Figc.

Paolo Maldini: direttore tecnico del Milan.

Roberto Mussi: vicepresidente della Massese.

Mauro Tassotti: vice-allenatore della nazionale dell'Ucraina.

Matteo Villa: allenatore attualmente svincolato.

Stefano Carobbi: allenatore della Florentia femminile.

Marco Pullo: fa il commerciante a Pavia.​


CENTROCAMPISTI:

Demetrio Albertini: ha creato una scuola calcio a suo nome ed è managing director di Dema4, agenzia di teamworking e sportmarketing.​

Carlo Ancelotti: allenatore, appena esonerato dal Napoli.

Angelo Colombo: allenatore attualmente svincolato.

Roberto Donadoni: allenatore dello Shenzen, massima serie cinese.

Alberico Evani: assistente di Roberto Mancini, alla guida della Nazionale italiana di calcio.

Ruud Gullit: opinionista per beIN Sports Ziggo Sport​

Cristian Lantignotti: tecnico dell'Under 16 del Milan.

Frank Riijkard: si è ritirato nel 2014 dalla carriera di allenatore.

Fabio Viviani: allenatore attualmente svincolato.

Diego Fuser: allenatore attualmente svincolato.

Giovanni Stroppa: allenatore del Crotone, in Serie B.


ATTACCANTI:

Massimiliano Cappellini: direttore generale della Primavera dell'Empoli.

Graziano Mannari: si è occupato del settore giovanile del Cecina e dell'attività di talent-scouting del Milan in Toscana​.

Daniele Massaro: uomo immagine del Milan.

Marco Van Basten: allenatore attualmente svincolato e analista tattico di Fox Sport.

Pietro Paolo Virdis: possiede un ristorante-enoteca a Milano,

Stefano Borgonovo: è deceduto di SLA nel 2013.

Giuseppe Galderisi: allenatore attualmente svincolato, commentatore sportivo.

Marco Simone: tecnico del Ratchaburi M.P​, nella massima serie thailandese.

@AleDigio89