Commenta per primo
Maurizio Stirpe non usa mezzi termini. Il patron del Frosinone, intervistato da Il Tempo, spinge per la ripresa dei campionati e chiarisce la propria posizione su un'eventuale permanenza in Serie B con 22 squadre in A per l'emergenza coronavirus: "Riteniamo che il campionato debba concludersi sul campo, come e quando è difficile ipotizzarlo. Spalmare la stagione in due anni? È l’unico sistema che consentirebbe di avere un risultato sul campo, evitare decurtazioni di stipendi e di incassare tutte le tasse. I tifosi non ci rimetterebbero sugli abbonamenti, come sponsor e televisioni, si giocherebbe a porte aperte e in sicurezza. Una A a 22 con il Frosinone ancora in B? È una proposta assurda fatta da qualcuno che tende a voler trarre vantaggio anche da situazioni drammatiche. Se poi la attuassero il Frosinone vincerebbe la sua controversia legale a mani basse".