114
Quasi due anni fa esatti, il 7 luglio 2017, Andrea Conti sbarcava sul mondo Milan come uno degli acquisti più intriganti della gestione Fassone-Mirabelli. Reduce dall'ottima stagione all'Atalanta, il terzino prometteva un grande futuro davanti a sè. La realtà, però, ha raccontato solamente due stagioni piene di sfortuna e delusioni. A settembre, infatti, il primo infortunio al crociato, che lo ha costretto a chiudere l'annata con sole 5 presenze, di cui 3 nei preliminari di Europa League. Quando tutto sembrava essersi sistemato, la nuova ricaduta e il ginocchio che nuovamente fa crac, costringendolo ad altri 200 giorni di stop. Tornato in campo a dicembre, ha disputato sole 12 presenze, etichettato da Gattuso come riserva. 

PROTOTIPO PERFETTO - La situazione, però, potrebbe ora cambiare. Andrea, infatti, riparte da zero: a differenza dell'anno scorso, l'ex terzino dell'Atalanta svolgerà tutta la preparazione con i compagni e si presenterà ai nastri di partenza del campionato con la giusta benzina nelle gambe. L'arrivo di Marco Giampaolo in panchina, inoltre, rappresenta un aiuto: il 4-3-1-2 non prevede l'utilizzo di esterni, eccezion fatta per i terzini. Giocatori di spinta come Conti, dunque, potrebbero risultare molto utili all'allenatore rossonero
NO ALLA PREMIER - Nelle scorse settimane, in via Aldo Rossi, sono arrivate diverse offerte dalla Premier League. La risposta del Milan, però, rispecchia la volontà del giocatore: no secco del club e del ragazzo, deciso a rilanciarsi all'ombra della Madonnina. L'obiettivo è anche quello di conquistare il posto da titolare che nelle ultime due stagioni è stato di Davide Calabria. Due anni dopo lo sbarco a Milanello, dunque, ecco il raduno: per Conti è pronto un nuovo, vero, inizio.