33
Una delle decisioni assunte nel consiglio d’amministrazione tenuto dalla Fiorentina 18 giorni fa è quello di abbattere il pesante monte ingaggi, arrivato quasi ad una cifra monstre per le casse viola di 60 milioni di euro netti, di circa il 30%. La società gigliata ha provato l’anno scorso a giocarsi tutte le fiches per raggiungere la Champions League tenendo tutti i giocatori con stipendio fuori budget, ovvero Mario Gomez (4 milioni e mezzo di euro), Giuseppe Rossi (2,5) e Cuadrado (2), salvo poi a gennaio cedere il colombiano vista l’impossibilità di liberarsi parallelamente dei cartellini di alcuni esuberi. Fallito il tentativo di tornare a disputare la coppa con le grandi orecchie si tornerà ad applicare un rigido autofinanziamento.

NESSUN RINNOVO - Nel giro di 24 ore la Fiorentina risparmierà ben 8 milioni di euro perché non presenterà alcun offerta di prolungamento a tutti quei giocatori in scadenza. Niente rinnovo quindi per Neto (600 mila euro di ingaggio), che da tempo aveva comunicato la sua volontà di non estendere il suo legame contrattuale, Rosati (300 mila), Richards (1,3 milioni), Vargas (800mila), Aquilani (1,5 milioni), Rosi (300 mila), Pizarro (1,2 milioni), El Hamdaoui (1 milione), Lazzari e Iakovenko (700 mila ciascuno).
ATTESA PER GILARDINO E DIAMANTI - Inoltre la Fiorentina tratterà l’eventuale riacquisto del duo Diamanti-Gilardino solo quando sarà scaduta l’opzione di acquisto dal Guanghzou perché i dirigenti gigliati vogliono prima liberarsi di altri giocatori (Ilicic verso il Bologna) e poi far si che i due si liberino gratis dal club cinese Da registrare anche il mancato riscatto di Kurtic (500 mila) dal Sassuolo.

RIMODULAZIONE INGAGGI TOP - Detto che si lavorerà ad un nuovo contratto con Giuseppe Rossi, con richiesta di spalmatura dell’attuale ingaggio magari sui prossimi 3 anni, la Fiorentina farà di tutto per provare a cedere Mario Gomez. L'ingaggio del centravanti tedesco è stato pagato per il 40% dai suoi sponsor, cosa che decadrà dal prossimo 1 luglio, con la società viola che dovrà occuparsi del suo stipendio per intero fino al giugno 2017, salvo appunto eventuale cessione dell’ex Bayern Monaco. La Fiorentina farà numerosi acquisti durante l’attuale campagna acquisti, ma a budget limitato. Se riuscirà il colpo Salah (offerta di quasi 3 milioni di euro comprensiva di bonus al giocatore), è stato deciso che saranno effettuati rafforzamenti con ingaggi di massimo 1 milione di euro.