Commenta per primo
Hellas Verona-Juventus 1-1

Silvestri 6: l'ha toccata leggermente sul gol subito, ma questo non è bastato per evitare la rete di Ronaldo. Per il resto sempre attento e parate fondamentali.

Magnani 6,5: sono numerose le incursioni di Ronaldo e Chiesa dalle sue parti, ma non perde quasi mai la concentrazione e riesce a chiudere gli spazi. 

Gunter 6: qualche disattenzione in fase difensiva soprattutto ad inizio ripresa. 

Lovato 5,5: si perde Ronaldo nel momento del momentaneo 1-0, ma soffre spesso le ripartenze veloci degli attaccanti avversari. 

Faraoni 6,5: una partita giocata sempre al massimo della concentrazione. Grande attenzione anche sui palloni alti e scelte di chiusura quasi sempre perfette.
(dal 39' s.t. Dawidowicz: s.v.)

Sturaro 5,5: fatica un poco ad entrare in partita ed ha spesso difficoltà a trovare gli spazi giusti.
(dal 24' s.t. Vieira 6: entra in una fase davvero concitata della gara e lo fa con grande impegno. Prova a proprorsi con continuità, anche a costro di sbagliare la giocata.)
Ilic 6: qualche imprecisione sull'ultimo passaggio, che spesso pecca di qualche imprecisione. Meglio in fase difensiva, dove ripiega ad aiuto del reparto arretrato.
(dal 1' s.t. Veloso 6,5: entra e si rende subito pericoloso con le sue incursioni a tagliare la difesa avversaria.)

Dimarco 6: prova a farsi vedere e a ricevere il pallone all'interno dell'area di rigore juventina, ma soffre la fisicità dei difensori avversari, che gli negano la conclusione finale.
(dal 9's.t. Lazovic 7: quando entra spacca letteralmente il match per i suoi. Sempre al centro dell'azione, regala assist al bacio in quantità industriale, sino a quello del meritato pareggio di Barak. )

Barak 7,5: partita da incorniciare, fatta di corsa, fisicità e grande tecnica. Una vera spina nel fianco per gli avversari, tenta sia da fuori che da dentro l'area la zampata del gol, che arriva meritatamente nel secondo tempo.

Zaccagni 6,5: non trova la rete, ma la sua pericolosità è comunque palpabile. Più a servizio della squadra, ma ugualmente prezioso.
(dal 39' s.t. Bessa: s.v.)

Lasagna 6: ancora qualche difficoltà a finalizzare l'azione, ma come sempre si mette a disposizione della squadra giocando anche di sponda.


All. Juric 6,5: altra partita orchestrata perfettamente. I cambi sono stati fatti nel momento giusto con gli uomini giusti. Una squadra che gioca a viso aperto con tutte le avversarie,
grazie allo spirito e al carattere del suo allenatore.