20
Diciottesima giornata, ecco i peggiori 11 più l’allenatore secondo i voti
assegnati dagli inviati di calciomercato.com: Marcangeli per Lazio-Roma,
De Cupertinis per Bologna-Verona, Piva per Torino-Spezia, Montaldo per
Sampdoria-Udinese, Annunziata per Napoli-Fiorentina, Franco per
Crotone-Benevento, Bedogni per Sassuolo-Parma, Belotti per Atalanta-Genoa,
Guarro e Balice per Inter-Juventus, Cinus e Longo per Cagliari-Milan.

DRAGOWSKI (Fiorentina) 5: Sette tiri nello specchio della sua porta, sei gol. Uno su rigore, un paio imparabili, in altre situazioni potrebbe almeno provarci.

SMALLING (Roma) 4: Come leader della difesa romanista, è uno dei primi responsabili della terribile sconfitta nel derby.

GLIK (Benevento) 4: E’ lui ad aprire le marcature del Crotone con un assurdo colpo di testa nella sua porta. Poi non recupera.

IBANEZ (Roma) 3: Viene tartassato da Lazzari. Sarà il suo incubo per chissà quante notti.

SPINAZZOLA (Roma) 4: Per gran parte del girone d’andata è stato il miglior terzino sinistro del campionato, ma contro la Lazio la sua prestazione è disastrosa.

CASTROVILLI (Fiorentina) 4: Troppo fragile in mezzo al campo, non sa come opporsi a Demme e Bakayoko, sul quale commette uno sciocco fallo da rigore.

VERETOUT (Roma) 4: Fonseca lo incarica di marcare Lucas Leiva, ma così lo esclude dalla gara. Lui non fa niente per aiutare la squadra e viene sostituito dopo il primo tempo.

LO. PELLEGRINI (Roma) 4: Gioca una partita (o meglio, scende in campo in una partita) non degna del suo livello. Niente calcio, niente orgoglio.

IMPROTA (Benevento) 4,5: Sbaglia tanto a Crotone.

DZEKO (Roma) 4: Tocca al capitano trascinare la Roma fuori dal disastro, invece anche lui la spinge dentro una terribile sconfitta.
SAU (Benevento) 4,5: Troppi errori in zona-gol.



ALLENATORE FONSECA (Roma) 3: Sbaglia il derby in modo incredibile sul piano tattico e mostra una Roma senza orgoglio né personalità.

MEDIA-VOTO. Ecco gli ultimi cinque giocatori di ogni ruolo (più cinque
allenatori) come media-voto. Abbiamo preso in considerazione chi ha almeno
5 presenze.

Portieri: Strakosha 5,25; Da Costa 5,67; Consigli e Sirigu 5,84; Sepe 5,89.

Difensori: Kolarov 5; Martinez Quarta 5,38; Klavan, Maksimovic e Marrone 5,5.

Terzini: Denswil 5,25; Biraschi 5,3; Busi 5,31; Depaoli 5,38; Ter Avest 5,4.

Centrocampisti: Bernardeschi 5,36; Caligara, Diawara, Petriccione e Segre 5,5.

Attaccanti: Dragus, Callejon, Muriqi, Zaza e Lasagna 5,5.

Allenatori: Giampaolo 5,62; Prandelli 5,68; Mihajlovic 5,81; Pirlo 5,81; Di Francesco 5,85.