54
Voleva tornare a Milano, è tornato a Milano. Voleva tornare a vestire la maglia della Svezia e va verso la convocazione con la nazionale gialloblù. Zlatan Ibrahimovic si sta riprendendo tutto quello che aveva perso scegliendo la Major League Soccer e Los Angeles: un certo tipo di calcio, competitivo e affascinante, e il richiamo della madre patria in vista dei Mondiali del 2022. E' notizia di oggi che il ct svedese, Janne Andersson, va verso la preconvocazione del centravanti del Milan, che oggi si è allenato in parte col gruppo. Ed è un ulteriore segnale per il futuro. 

NUOVA SFIDA - La voglia di giocare l'Europeo, Ibra, l'aveva già manifestata. Ma questo nuovo viaggio da iniziare con i gialloblù, in vista del Mondiale di Qatar 2022, va visto non solo come un reintegro per affrontare al meglio Euro2021, ma come un progetto biennale che possa portare la Svezia al Mondiale, competizione disputata due volte da Ibra. Una nuova sfida, insomma, di quelle che alimentano la fame dell'11 rossonero. 
IL RINNOVO - E questo è un segnale per il futuro, scrivevamo. Sì, perché Ibrahimovic guarda già al 2022, ha progetti anche per la prossima stagione: significativo se si ha il contratto in scadenza nel 2021. Più volte ha dichiarato, Ibra, di attendere un segnale da Maldini, direttore tecnico del Milan: il suo fisico dirà l'ultima parola, ma questa nuova sfida casalinga 'chiama' il rinnovo. Quando sarà tutto più chiaro, in termini di Champions, se ne parlerà con tranquillità. Ma la sensazione è che le parti possano continuare insieme, per un'ultima grande sfida.