55
Della magica triade, è l’unico superstite. Frenkie de Jong è stato il primo ad abbandonare formalmente la banda, Matthijs de Ligt il secondo. E così, all’Ajax, è rimasto solamente Donny van de Beek. Il ‘sottovalutato’ dei tre, quello nascosto nell’ombra ma diventato illuminante nelle notti europee. La maglia con il numero 6 sulle spalle è la più gettonata nello store dei Lancieri; quello con la maglia numero 6 è invece il più gettonato sul mercato delle big. 



IN ITALIA - In Italia sono due i club che lo hanno messo nel mirino da tempo: l’onnipresente Juventus e l’Inter, affamata di grandezza, di Antonio Conte. Proprio i nerazzurri sono stati i primi a muoversi per il centrocampista dell’Ajax, scontrandosi con una valutazione importante da subito, perché i Lancieri anche quando c’è da trattare sanno farsi valere. Ceduti De Jong e De Ligt, infatti, non c’era fretta di vendere il terzo gioiello. E così è stato. 


IN EUROPA - Inter e Juventus guardano, aspettano e studiano, con Van de Beek osservato speciale per la prossima estate. Quando potrebbe, però, essere troppo tardi. Il motivo? Il Real Madrid. Le Merengues sono state vicine alla zampata ufficiale già nell’ultimo mercato estivo, poi con Luka Modric rimasto alla Casa Blanca, Toni Kroos con il suo nuovo contratto e la fiducia al baby Valverde le cose sono cambiate. Ma qualcosa, a centrocampo, serve. Lo sa Zidane, lo sa Florentino: ed è per questo che gennaio può diventare decisivo per il futuro di Van de Beek, con il Real che potrebbe ‘copiare’ il Barcellona un anno dopo, cioè prendere a gennaio il 6 dell’Ajax e portarlo a casa giugno, come i blaugrana fecero con De Jong. Perché Van de Beek vuole continuare a stupire in Europa, almeno fino a fine stagione, con la maglia dell’Ajax addosso. La stessa per cui impazzano i tifosi.