26

L'Inter è pronta a sacrificare Philippe Coutinho e venderlo al Liverpool. Con i soldi incassati, poi, si potrà tentare l'assalto a Paulinho, con il quale la società nerazzurra ha un accordo ormai dall'estate scorsa. Fin qui la mera cronaca di quest giorni: Coutinho, 20 anni, è pronto a lasciare la Serie A per la Premier League. Per lui un salto in alto, per il nostro campionato un altro calciatore di buone prospettive che se ne va. 

Su Coutinho, oltre al Liverpool, c'è l'interesse anche del Southampton. Ed è emblematico notare come un club che in campionato lotta per non retrocedere, si possa permettere prima Gaston Ramirez e poi Philippe Coutinho. Traducendo: è mai possibile che un club inglese di medio bassa classifica abbia maggiori disponibilità economiche di chi, soltanto nel 2010, è stato campione del Mondo? E poi, ha senso vendere Coutinho per arrivare a Paulinho?

Il centrocampista del Corinthians è sicuramente un buon prospetto, ma quando si acquista un giocatore straniero si va sempre un po' a scatola chiusa. Coutinho, in quel poco che ha potuto far vedere, ha mostrato buona tecnica e prospettive future. Sperando che quest'intenzione della dirigenza nerazzurra non sia semplicemente un'operazione di calciomercato senza senso; come invece sembra.