Giusto così. Inter e Lazio si giocheranno il quarto posto in classifica utile alla qualificazione alla prossima Champions League nello scontro diretto all'ultima giornata di campionato. I biancocelesti hanno un doppio vantaggio: il fattore campo e il fatto di avere a disposizione due risultati su tre. Invece i nerazzurri sono obbligati a vincere e forse è meglio così. 

Sabato sera a San Siro è andata in scena una tragedia sportiva tipica della "pazza" Inter. Che, davanti a quasi 70mila spettatori pronti a far festa, ha perso 2-1 contro il Sassuolo. Già salvo, ma motivato dalle infondate accuse secondo cui (non si sa per quale motivo) si sarebbe "scansato" favorendo una goleada di Icardi e compagni. Invece in campo si è vista tutta un'altra partita e i neroverdi si sono confermati "bestia nera" dei nerazzurri, sconfitti in sei delle ultime sette sfide in Serie A. Tra andata (1-0) e ritorno, l'Inter ha perso 6 punti col Sassuolo. In totale fanno 18 contro le cosiddette "piccole", le squadre nella seconda metà della classifica: 1-1 a Bologna, 1-3 con l'Udinese, 1-1 in casa della Spal, 1-1 col Crotone e 2-0 sul campo del Genoa. 

Ieri pomeriggio la Lazio ha fallito il primo dei due match-point, pareggiando 2-2 a Crotone. I punti persi dai biancocelesti con le piccole in questo campionato solo 11 (7 in meno dell'Inter): 0-0 con la Spal, 1-2 col Genoa, 2-2 a Cagliari e 1-1 col Bologna. Invece negli scontri diretti con le prime sei della classe l'Inter ha raccolto 4 punti in più della Lazio: 12-8. Domenica prossima c'è la resa dei conti all'Olimpico, uno stadio che evoca bruttissimi ricordi ai tifosi interisti. Indimenticabile lo scudetto perso il 5 maggio 2002 proprio all'ultima giornata di campionato, quando Simone Inzaghi segnò il gol del definitivo 4-2. 

Ora l'allenatore della Lazio, almeno a parole, si dice indeciso se far giocare de Vrij, che è in scadenza di contratto a giugno e ha già firmato con l'Inter per la prossima stagione. Il difensore olandese si è sempre comportato da professionista esemplare, anche ieri a Crotone dove ha salvato un gol sulla linea. La mia sensazione è che la scelta, più di Inzaghi, sarà della coppia Lotito-Tare. Quest'ultimo ha accusato velatamente l'Inter di aver giocato "sporco" depositando il contratto di de Vrij. Si sbaglia, perché i dirigenti nerazzurri si sono mossi nei tempi e nelle modalità previste dal regolamento. E alla Lazio consiglierei di far giocare de Vrij, che contro questa "pazza" Inter "rischia" di risultare decisivo per la Champions. 

@CriGiudici