5
Il giocatore della Nazionale Italiana e del Cagliari Nicolò Barella ha parlato inseme a Marco Benassi (LEGGI QUI LE SUE PAROLE) in conferenza stampa nel raduno di Coverciano in vista degli impegni di Nations League contro Polonia e Portogallo. Ecco le dichiarazioni del centrocampista:

Scelta di restare a Cagliari per giocare ed essere leader? "Sono a casa mia, nella squadra della mia città e sto benissimo. Ho scelto con la società di restare, sono arrivare offerte: abbiamo scelto insieme"

Pochi italiani in campo? "Tocca a noi, dobbiamo alzare il livello. Speriamo che altri facciano il salto come noi. Mi piace guardare le partite, ho visto l'Under-19 e ci sono buoni giocatori. A giro ce ne sono pronti per il salto"

Prendo troppi gialli? Devo limare questo aspetto. Ho iniziato con due ammonizioni anche quest'anno (ride, ndr)"

Io trequartista o mezzala? "Mi sento mezzala, anche nel Cagliari faccio questo. Mi sono dovuto arrangiare e aiutare la squadra, ma ho fatto il trequartista con piacere. Non importa dove gioco, l'importante è farlo"

Centrocampo il reparto più preoccupante della Polonia? "Sono forti anche davanti, oltre che a centrocampo. Hanno qualità ed esperienza".

Anno di conferme per il Cagliari? "Maran sa bene cosa vuole, ci mette bene in campo e che giochiamo un bel calcio. Abbiamo giocato bene con l'Atalanta, ma c'erano nuovi compagni. Speriamo di fare meglio dello scorso anno, con una salvezza tranquilla"

Sono un leader nel Cagliari? "Io non mi sento il leader del Cagliari, ma uno che è riuscito a emergere dal settore giovanile. Non sento la pressione del leader".