134
Il mercato di gennaio è quello delle occasioni da cogliere al volo, che per la Juventus si possono tradurre in un centrocampista. Nelle ultime ore c'è stato un blitz dell'agente di Arthur a Londra per parlare con l'Arsenal: Federico Pastorello sta lavorando per far incontrare le esigenze dei Gunners con quelle dei dirigenti bianconeri, che se dovessero piazzare il brasiliano potrebbero regalare un sostituto in quel ruolo a Massimiliano Allegri.

L'IDEA - Il nome caldo in questi ultimi dieci giorni di mercato è quello di Denis Zakaria, centrocampista classe '96 in scadenza di contratto con il Borussia Monchengladbach col quale ha già annunciato che non rinnoverà. Più quantità che qualità, lo svizzero rappresenta l'identikit low cost che potrebbe convincere la Juve a fare un investimento a metà stagione. Per giugno c'è tanta concorrenza: Roma, Barcellona, Liverpool e altri club della Premier sono interessati a bloccarlo subito per prenderlo a zero la prossima stagione; l'idea della Juve però è quella di anticipare la concorrenza per e portarlo subito a Torino. Zakaria rappresenta uno dei profili low cost che sta valutando la Juve, ma non l'unico.
GLI ALTRI - L'ideale nelle idee della Juve è il classe 2000 del Monaco Aurelien Tchouameni, un centrocampista box to box che però al momento ha una valutazione troppo alta per le strategie dei bianconeri. L'alternativa si può pescare sempre in casa Gladbach, dove oltre a Zakaria piace anche il classe 2001 Kouadio Koné per il quale i bianconeri hanno avviato i contatti. Non scalda più di tanto la pista Witsel, da anni nell'orbita bianconera ma che al momento non convince più di tanto. Il nome caldo resta quello di Zakaria, ma prima si lavora con l'Arsenal per Arthur.