Commenta per primo

Stefano Pioli ha parlato alla vigilia dell'impegno della sua Lazio contro il Frosinone: "Dobbiamo continuare su questa strada, insistendo. Siamo consapevoli di poter migliorare ancora, la partita di domani è fondamentale. Ci siamo preparati bene, con umiltà, ma è chiaro che partiamo per vincere. Ora siamo più compatti, diamo il massimo".

SUI GIOVANI - "Quest'anno abbiamo interpretato male alcune gare ma abbiamo imparato qualcosa. I giovani vanno sostenuti, serve equilibrio. Candreva? Ieri stava bene, se si oggi allenerà bene sarà disponibile per il Frosinone. Così come Matri e Djordjevic". 

SU BIGLIA - "Ieri è stato uno dei pochi scesi in campo giovedì ad allenarsi. È uno generoso, non molla mai. Cataldi? Sta facendo bene, il turnover quest'anno toccherà tutti. Piano piano continua la sua crescita, sono soddisfatto di lui".

SUL MODULO - "Cambia poco il lavoro degli esterni, è l'interpretazione che fa la differenza. Cosa manca rispetto all'anno scorso? Inutile paragonare ogni singola partita al campionato precedente. È un percorso nuovo, abbiamo gettato le basi un anno fa e dobbiamo crescere. Ci serve ancora solidità in difesa, bisogna guardare avanti in tutte le competizioni". Su Milinkovic-Savic: "È un centrocampista offensivo, non è così importante come parte. Sa attaccare bene l'area, rispetto agli altri ha anche una fisicità importante che ci regala nuove soluzioni".

SUL FROSINONE - "Li rispettiamo, sarà una partita difficile. È una squadra aggressiva che anche quando ha perso ha fatto bene. È in forma, il pareggio allo Juventus Stadium ha dato la svolta. Pochi tifosi domani? Serve unità per andare sempre più lontano"

SU KEITA - "È migliorato molto, si allena bene ed è presente in entrambe le fasi di gioco. Può ancora crescere, ci saranno tante partite e avrà modo di migliorare ancora".